MotoGP Aragona, Bagnaia: “Ad Aragon per riscattare Silverstone”

MotoGP Aragona, Bagnaia: “Ad Aragon per riscattare Silverstone”© Milagro

Dopo il difficile fine settimana britannico, il campione del mondo Moto2 2018 punta sul MotorLand per tornare al vertice. Sia Pecco che Jack Miller sperano di trovare condizioni climatiche più miti rispetto a quelle incontrate nel 2020 

Sarà il MotorLand di Aragon a ospitare il prossimo appuntamento della MotoGP, gara in cui il team Ducati Lenovo andrà alla ricerca del riscatto dopo un GP Gran Bretagna che ha regalato sensazioni contrastanti a Francesco Bagnaia e Jack Miller.

Orari TV MotoGP Aragon: la programmazione di SKY, DAZN e TV8

Bagnaia: "Nel 2020 qui abbiamo sofferto, ma quest'anno le condizioni saranno diverse"


Bagnaia, solo quattordicesimo a Silverstone, vuole tornare ai livelli che gli competono: “Sono contento di tornare in azione questo fine settimana. Durante questa breve pausa dopo il GP di Gran Bretagna ho cercato di rilassarmi, ma ho anche continuato ad allenarmi con la mia Panigale V4 S a Misano e ora sono pronto per ritornare in sella alla mia Desmosedici GP, ha raccontato il piemontese. “L’ultima gara a Silverstone non è sicuramente andata come speravamo ma, sia in prova che in qualifica, la nostra moto ha funzionato bene nonostante ci trovassimo su una pista solitamente non favorevole alle sue caratteristiche”.

Il GP Aragona sarà un banco di prova importante: “Questo weekend correremo ad Aragon, dove nel 2020 abbia avuto delle difficoltà a causa delle basse temperature. Quest’anno arriviamo però con un mese di anticipo ed il clima è ancora estivo. Inoltre, anche la Desmosedici ha dimostrato di essere migliorata molto rispetto alla scorsa stagione, perciò sono fiducioso di poter essere tra i protagonisti anche in questo Gran Premio”.

Jackass e il suo feeling con Aragon


Miller, quarto a Silverstone dopo il duello con Aleix Espargaro, arriva con molta carica al prossimo Gran Premio: Sono entusiasta di tornare a correre al MotorLand Aragon. Lo scorso anno purtroppo non abbiamo avuto due fine settimana facili su questa pista, ma era fine ottobre e le basse temperature dell’asfalto non ci hanno sicuramente aiutato. Ora però siamo agli inizi di settembre e le condizioni della pista saranno ben diverse rispetto al 2020”, ha dichiarato l’australiano.

“Anche la Desmosedici GP 21 ha dimostrato finora di essere competitiva anche su tracciati dove in passato abbiamo avuto qualche difficoltà in più, perciò sono ottimista. In generale, il circuito mi piace e ho anche ottenuto un podio qui, perciò sono convinto che, se lavoreremo bene fin da subito, potremo disputare un altro buon fine settimana qui in Spagna”, ha concluso il #43.

MotoGP, Aragon vista dai freni Brembo

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi