Il leader del Mondiale si è dovuto arrendere al primo confronto diretto con le Ducati. Nelle qualifiche di Aragon a spuntarla è stato Francesco Bagnaia con Jack Miller a seguire. Fabio, si è dovuto accontentare del terzo tempo, ma tutto sommato un risulttao buono che lo farà scattare domani dalla prima fila in griglia su un tracciato che non ama particolarmente.

“Bagnaia mi ha stupito”


“Non mi aspettavo che Bagnaia fosse così forte, ma le Ducati in generale si. - ha commentato il francese a Sky Sport MotoGP – Per me è stato difficilissimo perchè nel quarto settore faccio tanta fatica. Sono contento di questa prima fila, il nostro passo non è perfetto e penso che potremo lottare per la Top 5”.

La gara sarà quindi da impostare sulle gomme: quali sceglierà Fabio? “E' difficile da dire – ha aggiunto – ieri con la gomma dura sono andato molto bene, mentre oggi pomeriggio con la stessa gomma è stato un disastro. Credo che l'unica gomma possibile per domani sia la morbida, penso che tutti la useranno. Per me dura all'anteriore e morbida al posteriore è l'opzione migliore”.

Il segreto di Quartararo


E sempre a proposito di gomme, Quartararo ha svelato il lavoro che mette in pratica in gara per riuscire a sfruttare al meglio le gomme: “In Yamaha abbiamo una tecnica per far funzionare bene la gomma posteriore e non bruciarla. - ha concluso - E' una cosa che riesce a farmi lavorare bene e a Silverstone posso dire che il risultato è arrivato perchè all'inizio sono andato piano , secondo più lento di Espargarò. Questa tecnica che mi consente di preservare la gomma non è qualcosa che viene fatta all'interno del box, ma che faccio io nei primi giri”.

Orari TV MotoGP Aragon: la programmazione di SKY, DAZN e TV8