MotoGP Aragon, Rossi: "Quartararo ha capito bene come far funzionare la Yamaha"

MotoGP Aragon, Rossi: "Quartararo ha capito bene come far funzionare la Yamaha"© Milagro

Valentino solo 20°: "Ho trovato tanto traffico, potevo fare meglio. Già dal mattino sono migliorato, ma i distacchi sono minimi. Pecco? E' pronto per vincere. Il team VR46? Non so, non è un mio problema"

11 settembre

Non è stata una qualifica da ricordare quella odierna per Valentino Rossi, che domani sarà costretto a scattare dalla penultima casella della griglia. Un risultato ovviamente deludente, in contrasto però con i miglioramenti percepiti da Rossi tra ieri ed oggi.

“Oggi le cose sono andate meglio rispetto a ieri - racconta Rossi - dato che sin da questa mattina ho migliorato il mio passo. Nelle FP3 ho fatto un buon time attack, a soli dei decimi dal primo, ma anche su questa pista i distacchi sono davvero minimi. Nel pomeriggio ho provato diverse gomme ed il passo non era male, ma purtroppo la mia posizione in griglia non è buona: ho trovato tanto traffico ed è un peccato, perché avevo il potenziale per fare meglio”.

La missione per la gara è semplice: recuperare sin da subito il più possibile, per andare a caccia di punti iridati, scelta di gomme permettendo.

“Domani la scelta delle gomme sarà molto importante, e vi saranno tante opzioni valide sia sull’anteriore che sul posteriore, anche in base alle temperature. Durante le prove abbiamo fatto delle prove di assetto per salvaguardare le gomme, ma è difficile: non sono veloce come a Silverstone, ma spero di poter fare qualche passo avanti in più per prendere dei punti. L’asfalto di Aragon? È molto abrasivo ma al contempo non produce aderenza. Il circuito è in un posto particolare, quindi è difficile anche per l’asfalto”.

Rossi: “Non so molto sul team VR46, ma non è un mio problema”


Il tema diventa poi le sorti del neonato team VR46 in MotoGP, ancora in attesa di capire l’effettivo coinvolgimento del principe Al Saud, ed il potenziale di Pecco Bagnaia in ottica gara.

“Non ho molte novità a riguardo, so solo che faremo il team in MotoGP. Sinceramente doveva essere tutto a posto, ma poi sono sorte delle criticità da valutare. Per fortuna però non è propriamente un mio problema. Pecco quest’anno sta andando molto forte, guida molto bene e la Ducati è veloce. A causa di alcune vicissitudini ha raccolto meno punti di quanti meritasse, ma credo sia pronto per vincere”.

Quartararo


In ultima istanza Rossi elogia ancora una volta Quartararo, capace di portare la Yamaha tra le prime posizioni anche in un tracciato ostico come il Motorland.

“Fabio è molto forte in frenata ed in ingresso di curva, ossia i punti di forza della Yamaha, che lui sfrutta al massimo. Con il team sta lavorando bene, trovando anche tanta aderenza in uscita, un punto dove noi soffriamo. Poi lui sta guidando davvero da paura, ed ha capito molto bene come far funzionare la Yamaha”.

MotoGP Aragon, Quartararo: "Mi aspettavo la Ducati forte, non un Bagnaia così"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi