Marc Marquez avrebbe sicuramente voluto vincere ad Aragon: un tracciato che ama e che in passato gli ha regalato tanti successi. Oggi, però, ha dovuto scontrarsi con la furia rossa Francesco Bagnaia che ha saputo rispondere ad ogni attacco dello spagnolo. Ecco le parole di Marquez subito dopo la gara.

“C'ho provato, sono fatto così”


“Sono stato dietro a Bagnaia per tutta la gara. - ha raccontato Marc ai microfoni di Sky Sport MotoGP - Specialmente all'inizio della corsa lui è andato molto forte e non mi aspettavo che avesse quel passo, quindi ho provato a gestirlo. Quando mancavano dieci giri ho iniziato a fare fatica e ho pensato ai punti in cui avrei potuto sorpassare Pecco. Alla uno non potevo, alla due nemmeno etc etc... praticamente non potevo sorpassarlo in nessuna curva perchè lui staccava molto forte, fermava la moto e usciva forte”.

Ecco quindi che il pilota Honda ha provato un nuovo piano di attacco: “Quindi mi sono detto, quando mancano quattro giri ci provo e vediamo come va. Ci ho provato, ma lui ha fatto molto bene, ogni volta che lo sorpassavo all'interno poi andavo un po' lungo. In ogni caso è stato bello, c'ho provato. Io sono così, ci devo provare. Devo dire che oggi provarci era dura, venivo da due cadute, un momento difficile psicologicamente, una caduta venerdì, un'altra sabato. E' difficile da gestire tutto ciò. Ma in ogni caso c'ho provato, è stato bello e lo spettacolo che abbiamo messo in scena sono sicuro che sarà piaciuto”.

MotoGP Aragon, Gara: Bagnaia doma Marquez e sigla la sua prima vittoria

“Ducati forte ma Pecco è stato bravissimo”


Ma visto che in passato Marquez si è scontrato spesso con la Ducati, cosa ha trovato di diverso sulla Desmosedici? “La Ducati oggi andava bene, - ha spiegato - era una moto che si fermava molto in staccata per questo era molto difficile stargli dietro. Già quando lottavo con Dovizioso il carattere della moto era così. Quello che è migliorato è a metà della curva, Dovizioso fermava tanto la moto mentre Bagnaia la fa correre e questo fa la differenza. La Ducati insomma andava molto bene, ma Pecco oggi è stato bravissismo”.

Weekend nero per la spalla


Ma come sta Marquez, a livello fisico, dopo una gara del genere? “Non sono caduto e questo già è stato abbastanza. - ha concluso - Sto lavorando per capire cosa sta succedendo alla spalla perchè ha dei comportamenti che non sono normali. In alcuni weekend è meglio, in altri peggio. Questo weekend posso dire che è stato il Top 3 dei peggiori della stagione per quanto ha riguardato il feeling con la spalla. Vediamo in futuro cosa dovremo fare per sistemare questa situazione”.

MotoGP Aragòn, A. Espargarò: "Senza Silverstone, ora esulterei molto di più"