Il Gran Premio di Aragon è stato estremamente positivo per Enea Bastianini, che dopo delle ottime qualifiche è riuscito a chiudere la gara al sesto posto tenendo dietro di sè alcuni grandi protagonisti della classe regina come Brad Binder e Fabio Quartararo, ottenendo così il proprio miglior risultato stagionale.

Sono davvero contentissimo per com'è andato questo Gran Premio, perchè fin dal venerdì mi sono trovato a mio agio e mi sono divertito guidando. Sapevo che oggi avremmo potuto concretizzare il buon lavoro svolto in prova e, dopo essere partito nono, sono riuscito a mantenere il mio ritmo per buona parte della gara”, ha detto il riminese a fine giornata.

MotoGP Aragon, Marquez: ”Era dura passare Pecco, ma dovevo provarci”

“Peccato per la partenza”


Tuttavia, non manca un po' di rammarico per l'avvio in salita: “Peccato per la partenza, perchè il mio start non è stato dei migliori e ho perso qualche posizione. In più, sono convinto che senza la lotta con Quartararo e Nakagami sarei riuscito anche ad avvicinarmi a Miller e quindi alla top five, ma va benissimo così”.

Sappiamo che non sarà semplice essere così avanti ad ogni gara, ma sicuramente proseguiremo su questa strada e i ragazzi della squadra hanno svolto un ottimo lavoro. Questo per noi è un punto di partenza e non di arrivo, perciò continuando così riusciremo a toglierci tante soddisfazioni, a partire dal prossimo GP a Misano”, conclude Enea.

MotoGP Aragòn, A. Espargarò: "Senza Silverstone, ora esulterei molto di più"