Marc Marquez si presenta a Misano dopo la splendida gara di Aragon, dove ha mancato la vittoria per un soffio, cedendo solo alla giornata perfetta di Bagnaia. Per lo spagnolo non sarà un week-end facile in virtù di una condizione fisica non ancora ottimale e una concorrenza particolarmente agguerrita. L'8 volte iridato ha già vinto a Misano, due volte in Moto2 e tre in MotoGP, l'ultima nel 2019 quando terminò davanti a Quartararo e Vinales.

Marquez pronto: "L'obiettivo è stare con i primi"


Nonostante la bella prestazione di Aragon, il pilota della Honda non è ancora contento della condizione fisica che resta lo snodo cruciale della sua competitività: "Non mi sto divertendo, cerco di competere, ma mi diverto solo per qualche giro, per qualche curva. Ho incomincato a godermi qualche momento ma l’obiettivo è divertirmi sempre, perché vorrebbe dire che di conseguenza sarò anche competitivo”. Il fenomeno spagnolo ha poi spiegato più nel dettaglio: "Al momento il piano è cercare di migliorare sempre, di progredire fisicamente, devo lavorare un po' a casa, ora quando torno dalle gare devo riposarmi per tre giorni altrimento sento dolore, però 3 giorni sono tanti. Ho un programma specifico e devo lavorare su me stesso".

Per Marquez il podio di Aragon può rappresentare una svolta anche se resta con i piedi per terra in vista di questo week-end di gara: "È stato un bel week-end quello di Aragon, siamo tornati sul podio e ci siamo avvicinati ai primi, anche se ancora non guido come vorrei, l’obiettivo è stare vicino ai piloti di vertice. Il test che faremo dopo la gara sarà importante in vista dell’anno prossimo, ma anche io dovrò lavorare sulla mia tecnica di guida”. 

MotoGP Misano, Morbidelli: “Punto in alto, la squadra ufficiale lo richiede