MotoGP San Marino: Maverick Vinales porta l'Aprilia al comando nelle FP1

MotoGP San Marino: Maverick Vinales porta l'Aprilia al comando nelle FP1

A 12 minuti dal termine del turno è arrivata la pioggia e i piloti non hanno potuto fare il time attack finale. Vinales è apparso in grande forma da subito. Esordio bagnato per Morbidelli con l'M1 del team Factory e per Dovizioso con Petronas

Nuvole nere minacciose hanno accompagnato i piloti della classe regina nelle prove libere uno fino a 12 minuti dalla fine quando è iniziato a piovere copiosamente. I riders della master class sono partiti lanciati fin da subito, anche se il time attack negli ultimi minuti a disposizione non è stato fattibile. A rimanere in testa al turno è stato quindi Maverick Vinales che ha firmato il best lap con il tempo di 1:32.666. Una vera sorpresa, ma forse non troppo, per il neo pilota Aprilia che già in alcuni test fatti a Misano aveva dimostrato di essere molto veloce.

La prima Top 10 del weekend


La lotta a Misano è partita agguerrita da subito: in ballo tanti obiettivi diversi da portare a termine in questo weekend e su tutti, la lotta al titolo iridato 2021. Ad alternarsi in vetta alla classifica provvisoria la Suzuki di Joan Mir, la Ducati di Francesco Bagnaia e l'Aprilia di Maverick Vinales. A scombinare i piani, quando mancavano 12 minuti alla fine del turno, è arrivata però la pioggia. Alcuni temerari sono rientrati in pista anche con asfalto bagnato, ma i tempi veloci sono stati fatti, inevitabilmente, con asfalto asciutto. A svettare è stato Maverick Vinales che sembra essersi adattato in modo veloce e sorprendente alla RS-GP. Dietro a lui ha fermato il crono a +0,080 Joan Mir, seguito da un arrembante Francesco Bagnaia (+0,135) che, sul tracciato di casa, vuole confermare il successo di Aragon ottenuto solo una settimana fa. Pecco è stato il primo ducatista in classifica seguito dal compagno di squadra Jack Miller a +0,193 dalla vetta. Nella prima Top 10 di giornata non sono riuscite ad entrare altre Desmosedici, mentre, ad avere la meglio è stata l'altra Suzuki di Alex Rins , quinta a +0,219. Tempi molto risicati rispetto a quello di Vinales, anche per tre Honda: l'alfiere Pol Espargarò si è preso il sesto tempo (+0,253), con Stefan Bradl ottavo (+0,381) e Marc Marquez nono (+0,434). Il numero #93 è stato uno dei pochi piloti a decidere di girare anche sotto la pioggia, forse per prepararsi al meglio in caso il weekend regalasse altre sorprese. Infine, la settima posizione è stata occupata dal leader del mondiale Fabio Quartararo e la decima da Aleix Espargarò.

Esordio bagnato per Morbidelli e Dovizioso


L'appuntamento di Misano attendeva con ansia anche il rientro di Franco Morbidelli con il team Yamaha Factory e quello di Andrea Dovizioso con il team Petronas. Per il primo è arrivato il sedicesimo tempo a 9 centesimi dal primo, mentre il secondo ha chiuso con l'ultimo tempo alle spalle di Luca Marini, complice un adattamento che ovviamente non può essere arrivato dopo soli pochi giri a disposizione. Da segnalare, il 12esimo piazzamento di Enea Bastianini, con Michele Pirro 15esimo e Valentino Rossi 19esimo a precedere Danilo Petrucci.

MotoGP, Dovizioso: “Dal 2022 me la giocherò, sono tornato per questo”

La classifica

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi