Axel Bassani, voto: 10 - È nata una stella

Un secondo posto sul bagnato su una pista come Barcellona, guidando da vero talento, gli vale la consacrazione nel ristretto club dei Big della Superbike. Il giovane Rookie di Feltre ha davvero incantato per la sua grande velocità.

Toprak Razgatlioglu, voto: 9 - Wrestler

Indole indomabile e grande lottatore, “el Turco” non molla mai la lotta, anche se corpo a corpo. Soprattutto contro un Rea che ha finalmente trovato un avversario degno della sua classe e velocità. Sfortunatissimo in gara uno.

Michael Rinaldi, voto: 9 - Rinato

Ritorna il Rinaldi vittorioso visto a Misano, veloce e finalmente a suo agio in ogni sessione. Se non ci fossero stati tutti questi alti e molti bassi le due Ducati sarebbero molto in vetta a un Mondiale che avrebbe un altro volto.

Scott Redding, voto: 8 - Ottimo     

Fine settimana magico per le Ducati, che permettono a tutti i suoi piloti fare ottime gare. A Barcellona torna lo Scott che avremmo voluto vedere sempre. Veloce, vincente, combattivo e spavaldo, sia sul bagnato che sull’asciutto.

Jonathan Rea, voto: 7 - Impacciato

Doveva essere la sua pista e invece JR rimedia la peggiore gara della stagione. Solo quarto sul bagnato, vince la Superpole Race dopo un duello rusticano, ma poi sparisce in sesta posizione in gara due. Sembra decisamente in affanno.

Andrea Locatelli, voto: 7 - Affannato

Gara difficile e sfortunata per il Loca, che sul bagnato deve ancora fare i conti con la sua R1, mentre nella SP Race viene falciato da un Davies troppo irruento.

Chaz Davies, voto: 4 - Ingiudicabile

Il 4 è sicuramente dato alla Regia che non ha mai mostrato la caduta con Mahias! Chaz aveva appena ritrovato la strada giusta in Francia meritando la sufficienza, ma a Barcellona finisce in questa brutta scivolata che non abbiamo visto.

SBK: Loris Baz a Jerez al posto di Chaz Davies

Alvaro Bautista, voto: 7 - Finalmente

Dopo la convincente gara francese, lo spagnolo migliora ancora la sua confidenza con la bellissima CBR HRC nella sua gara di casa. Non bene sul bagnato, però si scatena sull’asciutto con un quarto e addirittura un podio nella SP race.

Michael van der Mark, voto: 4 - Irresponsabile

Bene il sabato sul bagnato, ma come asciuga la domenica mattina combina un vero disastro, volando via nel tentativo di inseguire il suo team-mate Sykes, che viene falciato dal fallace compagno di squadra. Assurdo licenziare Sykes e tenersi l’olandese.

Tom Sykes, voto: 7 - Sfortunato

Autore di un’altra SUperPole. Nella SP Race viene falciato da un troppo irruento van der Mark. il Povero Tom si trova in via di fuga senza nemmeno capire cosa sia successo. Come se non bastasse il licenziamento dalla BMW, che gli preferisce il pilota che lo ha centrato.  

SBK, Sykes lascerà l’ospedale di Barcellona mercoledì: Jerez in dubbio

Alex Lowes, voto: 5 - Arrembante

Opaco sul bagnato di sabato, domenica provoca la carambola di Locatelli e Nozane. Non è la sua migliore stagione in SBK, proprio mentre Rea necessiterebbe di un valido scudiero da schierare contro le Yamaha e le Ducati.

Christophe Ponnson, voto: 6 - Migliora

Un punticino vale la sufficienza per il francese privatissimo e debuttante, che ha anche avuto un inizio di stagione travagliato dall’arrivo e dall’uscita di Battà.

Leandro Mercado, voto: 6 - Sufficiente

Merita anche lui la sufficienza per essere riuscito ad entrare in zona punti, con pacchetto tra i più problematici della griglia di partenza. È un pilota esperto, che meriterebbe una moto migliore.

Garret Gerloff, voto: 5 - Imbambolato

Per un pilota esplosivo come abbiamo visto nella parte finale del 2020 e nella prima parte del campionato 2021, non è possibile sparire di colpo e addirittura volare sul bagnato nel giro di allineamento. Ci vuole un bravo psicologo!

Leon Haslam, voto: 6 - Incolore

Si difende, da buon britannico, sul bagnato del sabato ma viene sverniciato dal compagno nelle due gare asciutte mostrando ancora una volta la non perfetta comprensione della difficile CBR HRC.

Kota Nozane, voto: 6 - Incoraggiante

Prosegue il progressivo affiatamento del veloce pilota nipponico, che finalmente inizia a mostrare a sprazzi le sue reali capacità. Quelle che lo hanno portato in sella ad una R1 molto veloce, direttamente voluta dalla casa madre.

Lucas Mahias, voto: 5 - Problematico

Non riesce a sbocciare l’amore tra l’ex veloce iridato SSP e la veloce Kawa di Puccetti. Non vediamo come possa proseguire questo sodalizio, che toglie risorse ed energie ad un Top Team che ha spesso conquistato le zone altissime della classifica.

Loris Cresson, voto: 6 - In Stallo

La sufficienza all’amico Lucio, mentre il belga cerca di capire il veloce e difficile mondo della SBK, facendo esperienza ma sempre ad un ritmo troppo blando per crescere realmente in una categoria molto complicata e competitiva.

Jonas Folger, voto: 5 - Non si capisce

Come per Tito Rabat, la SBK per il veloce Folger risulta ostica e davvero difficile. Ci mancano dei tasselli per capire le reali difficoltà dell’esperto tedesco della BMW.

Isaac Vinales, voto: 6 - A Punti

Lo spagnolo del team Orelac è riuscito ad entrare nella zona punti in ambedue le gare e questo merita la sufficienza per l’impegno in una stagione tra le più veloci degli ultimi anni.

Samuele Cavalier, voto: 6 - Entrato in Corsa                          

Entrato a fine stagione al posto dello sfortunato Rabat, Samuele fa una buona gara due finendo dodicesimo. Merita un po’ di tempo per capire bene la moto e il ritmo del Mondiale.

Epis Lachlan voto: NG - Lento

Lucio è sempre in cerca di nuovi talenti da portare nel mondiale, ma questa volta ha forse esagerato. Il giovane australiano ha un nome impronunciabile e un passo da mototurista, che gli è valso un distacco di 5 secondi nelle prove.

SBK Barcellona: Toprak supera Rea e torna leader del mondiale