Parlando di MotoGP, non è semplice indicare soltanto cinque moto in ormai vent'anni di evoluzioni della massima categoria dedicata alle due ruote. Dal 2002 ad oggi sono stati molti i modelli in grado di farci emozionare per la loro bellezza, ma ecco quali sono, secondo noi, le migliori cinque dal punto di vista estetico.

Ducati Desmosedici, 2003


Impossibile non pensare a lei parlando dei primi anni della MotoGP, la Ducati Desmosedici del 2003 è stata la prima moto portata in gara dalla Casa di Borgo Panigale tra i prototipi e si è inserita immediatamente nella lotta al titolo arrivando anche alla vittoria grazie a Loris Capirossi e sul podio con l'australiano e leggenda della Superbike Troy Bayliss, lasciando a bocca aperta gli appassionati per le linee rivoluzionarie rispetto alle concorrenti giapponesi.

Aprilia RS Cube, 2004


Seppur già presente dal 2002, l'Aprilia RS Cube ha colpito dal punto di vista estetico nella stagione 2004, quando la livrea bianca e il doppio scarico ben più piccolo rispetto al precedente l'hanno resa una delle moto più belle dell'intero paddock in quell'annata. Tuttavia, seppur bellissima, non è stata una moto particolarmente fortunata e non ha ottenuto i risultati sperati in pista con Shane Byrne e Jeremy McWilliams.

MotoGP: le 5 moto più belle della carriera di Valentino Rossi

Honda Pons, 2003-2005


Considerata da molti una delle colorazioni migliori dell'era moderna, la Honda RC211V gialla e blu del team Pons con lo storico sponsor Camel ha regalato grandi soddisfazioni alla Cssa di Tokyo, specialmente con Max Biaggi in sella nel biennio 2003-2004, in cui ha dato vita a duelli indimenticabili con Valentino Rossi, Loris Capirossi e Sete Gibernau e ricevendo più sguardi anche rispetto alla "classica" colorazione Repsol del team ufficiale.

Kawasaki ZX-RR, 2008


La ZX-RR del 2008 è stata (ed è ancora oggi) l'ultima moto ufficiale prodotta da Kawasaki per la classe regina prima di concentrarsi esclusivamente sul mondiale Superbike. Nonostante non abbia ottenuto particolari piazzamenti di rilievo in gara con i propri piloti John Hopkins ed Anthony West, le sua colorazione semplice con il verde Kawasaki a dominare la scena e le linee sottili che richiamavano quelle di una 600 l'hanno resa ugualmente una moto davvero apprezzata sotto il profilo estetico.

KTM Tech3, 2021


Dulcis in fundo, per quanto non sia stato semplice estromettere alcuni modelli, arriviamo alla più stretta attualità con la KTM RC16 del team Tech3, che con la sua colorazione arancione e il marchio KTM nero in bella mostra sulle carene, ha stupito tutti fin dalla presentazione di inizio 2021 per poi far innamorare gli appassionati sotto ai riflettori del Qatar quando è scesa in pista per la prima volta con i propri piloti titolari Danilo Petrucci e Iker Lecuona.

MotoGP, le 5 esultanze più curiose dell'era moderna del Motomondiale