L'”addio” di Valentino Rossi al Motomondiale che si terrà nell'ultima gara a Valencia, potrebbe essere trionfale. Non che già non lo sarà di suo, ma sembra che in Spagna siano previste nuove riparture e capienze al 100% in stadi e circuiti già a partire da ottobre. Se così fosse, significherebbe che per il GP di Valencia, che si terrà nelle giornate del 12, 13 e 14 novembre, potremmo vedere le tribune colme di spettatori.

Pandemia sotto controllo e regole che cambiano


Ed è l'augurio che ovviamente tutti si stanno facendo: non solo in Spagna e Portogallo, come già si stanno organizzando, ma anche in Italia. L'ultima gara del Dottore, se quanto annunciato dal Ministero della Salute spagnolo si concretizzerà, potrebbe avere un pubblico da “tutto esaurito”. Ad oggi, i biglietti che sono stati messi in vendita per i tre giorni di prove libere, qualifiche e gare, sono il 50% della capienza totale, ma se le regole dovessero cambiare si potrebbe arrivare anche ad un 100%.

“Marea gialla” in agguato verso il Ricardo Tormo


Al momento, infatti, la situazione legata al covid in Spagna è sotto controllo con un'incidenza a sette giorni del 27,5, inferiore rispetto alla Germania. Le nuove normative che entreranno in vigore da ottobre, prevederanno quindi che gli stadi di calcio arriveranno a funzionare al 100%, mentre per gli eventi sportivi indoor la capienza sarà dell'80%. Insomma, non possiamo far altro che incrociare le dita e sperare che la pandemia continui a diminuire. Se davvero a Valencia il pubblico che potrà assistere al Gran Premio sarà quello solito degli anni prima del covid, siamo sicuri che la “marea gialla” non tarderà ad invadere il Ricardo Tormo.

MotoGP Americhe: Maverick Vinales non prenderà parte al GP ad Austin