La qualifica di Austin ha evidenziato un Valentino Rossi in difficoltà, 20esimo sulla griglia di partenza, anche se qualche sprazzo di miglioramento si era intravisto nelle FP3. Per il dottore non mancano le consolazioni, con le splendide prestazioni di Bagnaia, in pole, e di Luca Marini, nono dopo essere passato dalla Q1. Rossi non ha potuto esimersi dal complimentarsi con Pecco, che l'ha impressionato per il suo modo di guidare la Ducati.

Bagnaia in forma strepitosa: "Pecco è impressionante"


Pecco Bagnaia ha interrotto il dominio di Marc Marquez, che aveva monopolizzato tutte le qualifiche del GP di Austin da quando è in calendario ed il dottore si è complimentato con il suo pilota dell'Academy: "Pecco è impressionate, è alla sua terza pole consecutiva e ha fatto un giro incredibile. È in grandissima forma ed è un piacere vederlo guidare, era da tanto tempo che non vedevo un pilota guidare la Ducati così. Luca è migliorato molto nei test di Misano ed il 9° posto riflette il suo potenziale".

Per il 9 volte iridato adesso si prospetta una gara in salita: "Mi sentivo meglio rispetto a ieri, in FP3 avevo migliorato il mio passo. In qualifica con la prima gomma non ero andato male, ma nella seconda uscita mi sono trovato nel traffico, ho cercato di spingere e ho perso l’anteriore. Dovrò partire molto indietro e il mio passo non è fantastico”.

Valentino Rossi sul nuovo innesto dell'Academy: "Surra è simpatico e ha talento"


Qualche giorno fa è arrivata la notizia dell'approdo di Alberto Surra nella VR46 Academy, il 9 volte iridato ha spiegato i criteri per accedere nel ristretto novero delle giovani promesse: "La missione dell’Academy è aiutare i piloti italiani ad arrivare in MotoGP prendendoli da giovani, come abbiamo fatto ad esempio con Pecco, con Morbidelli o con mio fratello Luca. Surra è un pilota di grande talento, ha fatto molto bene nei campionati minori. Si è allenato con noi anche perché ci piace capire il carattere, ci piacciono quando sono simpatici e stanno stare al posto loro. Non è facile stare poi nel nostro gruppo, è come in caserma, c’è un po' di nonnismo, stare simpatici ai senatori del gruppo non è facile”.

Il dottore ha poi commentato il festeggiamento di Toprak Razgatlioglu, che ha "ripulito" la pista nel giro d'onore dopo aver vinto la gara, come fece Rossi in Malesia nel 2004, in una circostanza leggermente diversa: "Toprak mi ha citato nel suo festeggiamento! Lui secondo me con la MotoGP può andare forte, ha uno stile di guida moderno e ha un gran controllo della moto, sia lui che Rea potrebbero essere competitivi in MotoGP, spero abbiano un’occasione”.

 
 
 
 
View this post on Instagram

Un post condiviso da WorldSBK (@worldsbk)

 

Qualifiche MotoGP Americhe: Bagnaia inarrivabile, è il poleman di Austin