Due settimane di pausa per la MotoGP? Non per tutti. In attesa di rivedere i piloti della master class in pista a Misano dal 22 al 24 ottobre, nella giornata di ieri alcuni collaudatori hanno effettuato dei test a Jerez...perchè si sa, la stagione 2022 è già alle porte!

Lavoro già avanzato per il 2022


Quando ancora restanto tre gare alla fine della stagione 2021, con il pilota Fabio Quartararo che è in piena lotta per il titolo iridato, nonostante Francesco Bagnaia abbia ancora qualche chance, alcuni collaudatori sono scesi in pista a Jerez de la Frontera per testare i prototipi in ottica 2022. Si tratta del tester Honda Stefan Bradl, di quello Yamaha Cal Crutchlow e ancora di quello KTM Dani Pedrosa. Una giornata produttiva, anche se, dato che si è trattato di test privati non si conoscono né i tempi sul giro effettuati, né tantomeno i dettagli che hanno provato. Quel che è certo, è che il lavoro per la prossima stagione è già in stato di avanzamento. Per Yamaha, senza dubbio, come ha sottolineato anche Fabio Quartararo, c'è da trovare molta più velocità, mentre per Honda e KTM il lavoro è e sarà ancora più arduo.

In ogni caso, rivedremo questo trio, insieme a tutti i piloti, in azione ancora a Jerez nelle giornate del 18 e 19 novembre, nei test pre stagionali.

 
 
 
 
View this post on Instagram

Un post condiviso da Dani Pedrosa (@26_danipedrosa)

Esclusiva Andrea Dovizioso: “Mi mancava l'adrenalina della MotoGP”