GP Emilia Romagna, Lorenzo: “Io e Rossi? Due galli nel pollaio”

GP Emilia Romagna, Lorenzo: “Io e Rossi? Due galli nel pollaio”© Milagro

Il maiorchino ha ripercorso alcuni momenti della rivalità col nove volte campione del mondo: "Nella nostra condizione era impossibile essere amici, ma c'era moltissimo rispetto tra noi"

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi hanno condiviso il box Yamaha dal 2008 al 2010, poi dal 2013 al 2016: due periodi durante i quali hanno dato vita a una rivalità intensissima, che rimarrà per sempre nella storia del motorsport.

MotoGP Emilia Romagna: su Sky e NOW, una settimana da non perdere

I ricordi legati al 2008


In occasione dell’ultimo GP sul suolo italiano del Dottore, l’ex pilota maiorchino ha rivissuto alcuni momenti della convivenza col pesarese. “Dal 2008 al 2010 io e Rossi rappresentavamo la squadra più forte, senza dubbio. La Yamaha vinceva il 70% delle gare, noi vincemmo tre titoli in due” ha ricordato Lorenzo ai microfoni di Sky Sport MotoGP.

“Io e Valentino eravamo due galli nel pollaio, con personalità molto forti, entrambi volevamo vincere”. Un dualismo molto acceso, che Lorenzo ha ricordato con piacere. Ci sono stati momenti molti belli, come Le Mans 2008: io giunsi secondo dopo l’infortunio alle caviglie rimediato in Cina, Valentino vinse ed Edwards si classificò terzo. Realizzammo la prima tripletta Yamaha dell’epoca moderna, eravamo molto felici”.

Sempre quella stagione, la prima vissuta dai due come compagni, fa riaffiorare altri ricordi nella mente del cinque volte campione del mondo: “Quando Vale vinse il Mondiale a Motegi e Yamaha vinse la Classifica Costruttori, festeggiammo sull’autobus che ci accompagnò in aeroporto, al ritmo della musica scelta dall’autista. Furono dei bei momenti”.

Le tensioni del 2015


Bei momenti ai quali sono susseguite alcune tensioni, come nella famigerata stagione 2015: “In quell’anno Marc e Vale ebbero un contatto in Argentina, il loro rapporto cambiò da lì in avanti. Quello di Rio Hondo fu l’episodio scatenante e io ne beneficiai, vinsi quel Mondiale. Essere amico è difficile in certe situazioni: io e Rossi eravamo molto competitivi, era difficile uscire insieme e stringere amicizia. Ma c’era moltissimo rispetto, eravamo più amici quanto più eravamo lontani. Infatti quando abbiamo cambiato team, la nostra relazione è migliorata” ha concluso Lorenzo.

MotoGP, Dovizioso: “21 gare nel 2022? Non fatemici pensare”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi