MotoGP, Qualifiche: uragano Ducati a Misano con Bagnaia, Miller e Marini

MotoGP, Qualifiche: uragano Ducati a Misano con Bagnaia, Miller e Marini

Le Rosse danno spettacolo e dominano il sabato di qualifiche con Pecco in pole position. Disastro Quartararo, soltanto 13esimo. Tante cadute e recuperi spettacolari

Le FP3 non erano andate per niente bene, tanto che Francesco Bagnaia è stato costretto a passare dal Q1. Il pilota Ducati non si è però demoralizzato, anzi, nelle qualifiche del sabato di Misano ha tirato fuori gli artigli approfittando anche di un Fabio Quartararo in grande affanno. Le Ducati hanno dimostrato di essere di gran lunga superiori agli avversari portando tre piloti nelle prime tre posizioni.

Il passaggio dal Q1

Il passaggio dal Q1 non è mai stato così importante come nelle qualifiche del GP Made in Italy e dell'Emilia Romagna. A dover staccare il pass c'erano infatti il leader del Mondiale Fabio Quartararo e il suo diretto avversario Francesco Bagnaia. E con il tracciato che si stava asciugando dopo le FP4, i piloti hanno iniziato a girare forte per riuscire ad accaparrarsi il passaggio in Q2. A spuntarla, nonostante non sia stato per niente facile, sono stati Francesco Bagnaia con il miglior tempo (1:33.393) seguito dal pilota KTM Tech3 Iker Lecuona. Non è bastato tutto l'impegno del francese Quartararo per riuscire a prendersi una delle prime due posizioni e domani lo attende in griglia il 13esimo posto davanti ad Alex Rins. Per lui sarà una gara davvero molto difficile e in rimonta. Da segnalare il 21esimo posto di Andrea Dovizioso e il 23esimo di Valentino Rossi. Tante le cadute: Pirro, Binder, Bastianini (è caduto due volte nelle FP4 e una nel Q1) e del pilota Suzuki Joan Mir che in gara partirà dalla 19esima posizione.

La griglia di partenza per domani

Chi però ha fatto un altro mestriere volando sul tracciato emiliano ricco di insidie per la tanta pioggia caduta ieri e stamani, è stato Francesco Bagnaia che ha firmato la pole position ( la quarta in questa stagione) in 1:33.045 davanti al compagno di squadra Jack Miller (+0.025) e a Luca Marini (+0.085) che domani scatterà per la prima volta in prima fila in MotoGP. La maggior parte dei piloti restanti, che andranno a formare domani la griglia di partenza nelle prime dieci posizioni, sono tutti caduti ad eccezione di Pol Espargarò, quarto a +0.268, Miguel Oliveira quinto e Franco Morbidelli sesto (+0.481). Tra quelli che sono finiti a terra, Iker Lecuona, Danilo Petrucci e Johann Zarco, rispettivamente ottavo, nono e decimo e Marc Marquez che prima ha giocato il “jolly” rendendosi fautore di una ripresa della moto da vero equilibrista e poi è caduto nella ghiaia sul finale. Per lui, è arrivato il settimo tempo.

La classifica

qualifiche 1

qualifiche 2

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi