Moto2, GP Emilia Romagna: le pagelle di Misano

Moto2, GP Emilia Romagna: le pagelle di Misano© Milagro

L'errore di Raul Fernandez spalanca le porte del successo a Lowes, con Augusto Fernandez fantastico secondo. Canet conferma l'amore per Misano, Bezzecchi affonda mentre Gardner...

Tra promossi e bocciati, il secondo GP di Misano della Moto2 ha senza dubbio regalato emozioni. Quando Raul Fernandez sembrava aver messo le mani su vittoria e leadership di campionato, ecco infatti arrivare il colpo di scena, con lo spagnolo a terra e Remy Gardner nuovamente in vetta, nonostante una corsa tutta in difesa.

Con i due contendenti per il titolo lontano dal podio ci ha pensato Sam Lowes a prendersi la scena, insieme al compagno Augusto Fernandez, bravo a risalire dopo il long lap penalty. Sorridono anche Celestino Vietti e Stefano Manzi, che grazie al profumo di casa tornano a conquistare punti, mentre Marco Bezzecchi si lecca le ferite di un weekend nero.

Le pagelle del GP dell’Emilia Romagna


Sam Lowes: 9, opportunista

In passato sono spesso stati gli altri ad approfittare dei suoi errori, ma a Misano il copione è mutato. L’uscita di scena di Fernandez infatti spalanca all’inglese le porte del successo, che fa il paio con la bellissima pole del giorno prima. La velocità di Sam non è mai stata in discussione, e questo successo è l’ennesima dimostrazione.

Augusto Fernandez: 9, implacabile

Stesso voto del compagno per lo spagnolo, che si complica la vita ma rimedia. Il long lap incassato dopo i fatti della Q2 sembrava dover mettere la parola fine alle speranze di podio di Augusto, che invece grazie ad un passo da vittoria è riuscito a risalire. La sua audacia nel finale viene premiata con un pizzico di fortuna, ossia con il problema tecnico di Canet che gli consegna la seconda piazza, ma la gara resta un capolavoro.

Aron Canet: 8, positivo

Secondo podio in tre gare per il pilota del team Aspar, che a Misano si esalta. Dopo il terzo posto della prima gara infatti si conferma anche nella seconda, con una gara intelligente e senza sbavature. Negli ultimi metri la poca benzina rimasta gli impedisce di ottenere una meritata seconda posizione, ma il risultato di valore resta per un pilota che, se in giornata, in categoria può fare la differenza.

Celestino Vietti: 7.5, on fire

Nel giorno più complicato del capitano Bezzecchi, il team Sky può contare su di lui che non sbaglia nulla. Bravo sabato a conquistare la quinta casella, domenica non si lascia inghiottire dal gruppo nonostante qualche momento di calo, ed anche grazie ad alcuni episodi a suo favore conquistare il suo miglior risultato stagionale. Un 2021 denso di alti e bassi per il piemontese, che dimostra però di meritare la Moto2.

Fabio Di Giannantonio: 6.5, combattivo

Partire in P20 in Moto2 può essere una condanna, ma non per il romano. Con grinta Fabio riesce a risalire, entrando in top ten ed arrivando a meno di due secondi dal leader del mondiale Gardner. Ovviamente l’ottava piazza non rispecchia gli obiettivi del portacolori Gresini, ma in certe giornate non si può fare altro che accontentarsi.

Remy Gardner: 6, fortunato

Per vincere i titoli serve spesso anche un piccolo aiutato dalla dea bendata, che a Misano non ha tolto lo sguardo da Remy. In una gara dove l’australiano raramente è riuscito ad attaccare, e quando lo ha fatto ha pure incassato un long lap penalty per il contatto con Chantra al carro, ecco che tutto si rianima con l’uscita di scena del compagno - rivale Fernandez, che consegna nelle mani dell’australiano 18 preziosi punti di vantaggio in campionato. Ad ogni modo Gardner deve ritrovarsi, perché altre due gare come quella di ieri potrebbero non bastare.

Raul Fernandez: 5.5, onore delle armi

E’ vero, Raul ha buttato via una gara che sembrava vinta, ma criticarlo è sinceramente difficile. Parliamo in fin dei conti di un debuttante, che negli ultimi GP ha ampiamente sovvertito a suo favore l’inerzia della corsa del mondiale, arrivando per qualche giro ad occupare la testa del mondiale. Trovare la causa della sua caduta alla quercia resta difficile, in primis per la dinamica, ma quel che resta è una prova più che onorevole.

Marco Bezzecchi: 5, volenteroso

Il discorso fatto per Fernandez vale in parte anche per riminese, capace di rimontare dalla P24 sino alla P7, fino a quando la sua corsa non si è anticipatamente conclusa nella ghiaia. Una battuta d’arresto che non ci voleva, e che rappresenta il secondo zero nelle ultime quattro gare, contro gli zero ritiri delle precedenti dodici gare. Ora non resta che rimettersi in sesto per difendere il terzo posto in campionato.

MotoGP Misano, Quartararo: “Avrei voluto vincere il titolo in un altro modo”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi