MotoGP: una donna dietro alla rottura tra Petronas e Razlan Razali?

MotoGP: una donna dietro alla rottura tra Petronas e Razlan Razali?

Razlan Razali ha parlato di alcune cose che sono accadute in questa stagione e negli anni passati, spiegando come il ritorno dell'ex capo delle comunicazioni strategiche di Petronas, con la quale non andava d'accordo, potrebbe essere stata la causa della separazione

Il nuovo cambio di sponsor per il team Yamaha satellite al quale dalla prossima stagione farà sempre capo Razlan Razali ma che diventerà team With U RNF Racing, nasconde un retroscena. A parlare della rottura con Petronas, in un'intervista a Speedweek.com è stato lo stesso Razali.

Razali: “Non me lo aspettavo”


“L'uscita di scena di Petronas - ha detto - è stata una vera sorpresa. Avevamo discusso di un'estensione del contratto alla fine del 2020. Il nostro primo accordo era di tre anni e sarebbe scaduto dopo questa stagione 2021. Avevamo negoziato un nuovo contratto, volevano darci meno soldi”. Razali a quella proposta aveva risposto che con meno soldi non sarebbe stato fattibile, chiedendo anche un piccolo aumento di budget. Poi, prima del GP di Stiria, la doccia fredda: “Hanno scelto di ritirarsi senza darci l'opportunità di discutere di nuovo. Più in là siamo stati informati che a causa della situazione economica legata al Covid e alla difficile situazione instabile con il governo della Malesia, il ritiro era stato confermato”.

In Formula 1 niente separazioni...


Razlan Razali ha quindi dovuto ingoiare un boccone molto amaro, anche perchè, chi segue le quattro ruote, sa bene che Petronas è uno sponsor di grande spicco in Formula 1. Ambiente che non ha deciso di lasciare e il cui investimento è di gran lunga maggiore rispetto a quello in MotoGP: “Abbiamo detto esattamente la stessa cosa. - ha proseguito - e non si può dire neppure che la decisione sia arrivata per la nostra prestazione. Siamo partiti molto bene con il nostro team MotoGP. Quando Petronas è entrato in Mercedes nel 2010, ci sono voluti alcuni anni per vedere il successo. Noi abbiamo fatto molto meglio come nuova squadra”.

Le conclusioni legate forse ad una donna


Il mistero s'infittisce e Razali ha un'ipotesi tutta sua su una motivazione che potrebbe aver spinto Petronas ad uscire di scena. I suoi rapporti professionali con Datin Anita Azrina Abdul Aziz, capo delle comunicazioni strategiche di Petronas non sono mai stati buoni e il suo ritorno potrebbe aver innescato la bomba: “Lei è entrata a far parte di Petronas nel Motorsport nello stesso momento in cui sono entrato nel circuito di Sepang come CEO nel 2008. Ogni volta che ho dato un suggerimento veniva accantonato. Poi quella persona ha lasciato Petronas e due nuove donne sono subentrate come mie interlocutrici”. I rapporti tra Razlan Razali e le due donne erano proficui, poi il ritorno: “Loro hanno lasciato Petronas - ha concluso - mentre la donna con cui litigavo è tornata. Boom!”.

MotoGP, Ciabatti e la caduta di Bagnaia a Misano: “Così fa male”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi