MotoGP, Puig: “Nessuno in Honda si è mai arreso”

MotoGP, Puig: “Nessuno in Honda si è mai arreso”

Dopo la doppietta firmata a Misano, il team manager di HRC ha raccontato uno dei segreti dietro a questo importante risultato e ha ammesso: “Abbiamo due piloti molto forti”

26 ottobre

Non succedeva dal Gran Premio d’Australia del 2019 che Honda siglasse una doppietta e ci è riuscita lo scorso fine settimana, a Misano, con i due piloti ufficiali della squadra. Marc Marquez ha compiuto una grande impresa, considerando le caratteristiche della pista e le condizioni della sua spalla, e Pol Espargarò è finalmente riuscito ad avere ottime sensazioni con la RC213V e questo gli ha valso il primo podio stagionale.

I complimenti ai due piloti


Dobbiamo dire che abbiamo due piloti molto forti, ha ammesso Alberto Puig, il team manager del team HRC al sito motogp.com. Nello specifico ha commentato: “Per Marquez ottenere questo risultato nelle sue condizioni fisiche è una cosa incredibile. Per Pol, dopo le difficoltà avute con la moto, è molto importante”. Un successo questo che, secondo lui, deriva da tanti fattori: “È stata una combinazione di cose, tra il team e i piloti. Ovviamente i piloti sono quelli che fanno la differenza, ma tutto il pacchetto è stato buono, ha funzionato. Possiamo solo imparare da quello che è successo e andare avanti, senza rilassarci”.

Puig: "Non abbiamo mai perso la fiducia"


La Casa alata non arriva da un periodo facile: “Sono stati difficili gli ultimi due anni, con il problema di Marc. Abbiamo provato a fare il massimo con la moto, questa doppietta è una grande liberazione per tutti. Nel team non abbiamo mai perso la fiducia quando la situazione è stata disastrosa. Questo è stato uno degli aspetti importanti del nostro gruppo, nessuno si è arreso”. E a dirlo sono, finalmente, anche i risultati.

Fabio Quartararo: da giovane stellina a primo campione francese della MotoGP

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi