MotoGP Algarve, Bagnaia: “Misano? Peggio perdere la gara che il campionato”

MotoGP Algarve, Bagnaia: “Misano? Peggio perdere la gara che il campionato”

Il pilota Ducati ha parlato in conferenza stampa della caduta a Misano e anche di ciò che si aspetta da Portimao, e sull'assenza di Marc Marquez ha detto: “Ho letto che forse anche Valencia è in dubbio, cosa strana, ma se pensa sia meglio aspettare...”

Il GP di Misano avrebbe potuto regalargli la terza vittoria di questa stagione 2021, e invece la caduta mentre si trovava al comando è stata una disdetta non da poco: non solo Francesco Bagnaia ha visto svanire la possibilità di salire sul gradino più alto, ma ha anche consegnato direttamente il titolo nelle mani di Fabio Quartararo. Ecco però che è arrivato il momento di voltare pagina e a Portimao il pilota Ducati, secondo nella gara che si è svolta ad aprile su questo tracciato, avrà la possibilità di rifarsi dalla debacle italiana.

Bagnaia: “Ho dato il massimo”


“Penso che sia stato peggio perdere la gara che il campionato - ha detto - anche perchè se avessi vinto a Misano avrei sempre 36 punti di distacco da Fabio Quartararo, quindi le possibilità non sarebbero così alte. Io ho dato il massimo, il nostro obiettivo quest'anno non era vincere il campionato. Venivo da due stagioni molto difficili. Quest'anno ho imparato tanto e sono cresciuto insieme alla squadra. C'abbiamo provato, sapevo che avrei potuto essere molto competitivo e abbiamo spinto al massimo”.

Adesso, il finale di stagione: “Saranno due gare importanti, - ha aggiunto - Fabio non sentirà la pressione e io vorrei lottare con lui, iniziare insieme e continuare a lottare insieme. Qui sono stato veloce ad aprile, mentre a Valencia no e vorrei provare ad essere veloce ma devo capire ancora come fare”.

“Marc fa bene ad essere cauto”


Quindi, alcune domande che hanno riguardato la squadra Ducati, la Desmosedici, ma anche il suo punto di vista sull'assenza di Marc Marquez in questo weekend: “Penso che con Jack Miller formiamo una bellissima squadra, il nostro rapporto è ottimo, ci conosciamo bene ci siamo visti nel 2011 per la prima volta e siamo stati più volte nello stesso box. Quest'anno parliamo di strategie e gomme, è bello avere questo rapporto nel box, mi aiuta a dare di più. Oggi è venuto a farci visita anche Casey Stoner, ancora non l'ho incontrato ma ho tante cose da chiedergli, è la prima volta che lo incontro, da piccolo guardavo le battaglie tra lui e Valentino”.

Ma in ottica 2022, cosa vorrebbe in più Pecco sulla Desmosedici? “Sicuramente la velocità in curva ma niente di più. Su questo stiamo lavorando, i test vanno bene e sono felice di quello che stiamo facendo”.

Infine sull'assenza di Marc Marquez dopo una caduta in allenamento: “Per prima cosa – ha concluso Pecco - gli auguro una pronta guarigione. Capita spesso dopo una caduta di gareggiare ugualmente, ma forse gli ci vuole di più per tornare al 100%. Se pensa che sia meglio aspettare fa bene. Ho letto che forse anche Valencia è in dubbio, cosa strana, ma se hanno deciso così significa che vuole essere molto cauto.”

GP Algarve: Espargarò: “L'assenza di Marquez fa pensare a qualcosa di grave”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi