MotoGP Algarve, Rossi: “Petronas ha dato fiducia a Binder, pensano sia veloce”

MotoGP Algarve, Rossi: “Petronas ha dato fiducia a Binder, pensano sia veloce”

Al termine della gara, valentino ha esaltato la splendida vittoria di Pecco Bagnaia, arrivato al terzo successo stagionale. Inoltre, il Dottore ha espresso la sua opinione sull'approdo di Darryn Binder al suo posto l'anno prossimo

Anche la penultima gara di carriera è andata in porto per Valentino Rossi, che archivia il round di Portimao con un 13° posto alle spalle del fratello, Luca Marini. Una gara meno positiva forse rispetto a quella di Misano dove aveva tenuto un ritmo più veloce, anche se il 9 volte iridato guarda il bicchiere mezzo pieno, analizzando una gara complicata.

Adesso solo una corsa lo separa dal ritiro dal mondo della MotoGP (da pilota), a Valencia tra una settimana. Non mancano ovviamente i complimenti a Bagnaia, mattatore della seconda parte di stagione.

Questa volta nessuna gomma sbagliata: "Pecco oggi è stato bravissimo"


La gara perfetta di Bagnaia ha (quasi) fatto dimenticare al Dottore la scelta sbagliata della gomma di Misano: "Gli avevo consigliato la dura oggi ma ha messo la media, stavolta ha avuto ragione lui. Pecco oggi è stato bravissimo, è stato il più veloce in tutto il week-end, guida la Ducati in un modo eccelso, mi dà gusto vederlo guidare, è eccitante per un appassionato di moto. Pecco e la Ducati hanno qualche rimpianto per come è andata la stagione, potevano vincere già quest’anno. L’errore al Mugello mentre era in testa è stato determinante forse. Però questo finale di stagione dev’essere di auspicio per l’anno prossimo dove potrebbe addirittura partire da favorito”.

I paragoni con i campioni dell'ultima era della MotoGP iniziano a farsi insitenti, e c'è chi compara Bagnaia a Lorenzo: “Pecco è forse più aggressivo di Lorenzo nella guida, di lui mi impressiona il talento di fare quello che vuole con la moto, è una persona tranquilla e gentile ma quando sale in moto ha molto coraggio. Appena ha adottato il modo di guidare che aveva in Moto2 anche alla MotoGP è diventato velocissimo”.

MotoGP Algarve, Bagnaia: “Non potevo permettermi la cappellata di Misano”

Rossi si esprime sulla vicenda Darryn Binder


Valentino si è espresso anche su Darryn Binder, protagonista in negativo della gara della Moto3, che prenderà la sua sella l’anno prossimo: “Petronas ha dato fiducia a Binder, qui nel team è ben voluto e tutti pensano sia un pilota veloce. Il problema è che ci sono dei piloti che sono molto aggressivi, forse troppo, e sono sempre quelli, ma non è una sorpresa. Bisognerebbe parlare uno a uno con questi piloti, ci vorrebbe più rispetto soprattutto verso due piloti che si stanno giocando il mondiale. Soprattutto per Foggia che e il suo team che hanno lavorato tutto l’anno, hanno speso soldi ed essere buttati fuori cosi fa male". 

Per quanto riguarda la gara, Rossi si considera soddisfatto, dopo aver conquistato la 13esima posizione alle spalle di Luca Marini: "La gara è stata molto veloce e avevo un buon passo, sono riuscito a fare qualche sorpasso e a seguire mio fratello che era un po' più veloce, io volevo superarlo in un paio di punti ma poi è arrivata la bandiera rossa. Va bene cosi, abbiamo preso qualche punto, è stata una gara positiva. Valencia è una pista difficile per me, ma voglio restare concentrato per prendere qualche punto”.

Adesso, manca solo una gara e poi la leggendaria carriera del Dottore giungerà al termine: "Speravo di andare più forte, ma sono tranquillo, è stata una stagione dura, da una parte sono un pò triste". Rossi ha infine spiegato quali sono le piste che gli mancheranno di più: "Mugello, Barcellona dove ho fatto tante belle gare, poi Assen l'università della moto, e anche Philipp Island".

Moto3, Portimao: Binder cacciato dal box Leopard e squalificato dalla gara

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi