MotoGP, Stoner non sta ancora bene: “Il mio unico avversario sono io stesso”

MotoGP, Stoner non sta ancora bene: “Il mio unico avversario sono io stesso”

Il due volte iridato, ospite Ducati al Gran Premio dell’Algarve, è tornato a parlare della sua situazione fisica e di come realmente sta, andando nel dettaglio

8 novembre

Nel 2007 e nel 2011 il pilota più veloce, costante, intelligente e maturo è stato Casey Stoner che rispettivamente ha vinto il titolo con Ducati e con Honda. Nel weekend appena passato è tornato nel paddock come ospite della Casa di Borgo Panigale, partecipando anche attivamente al fine settimana dando consigli utili ai due piloti ufficiali, Francesco Bagnaia (ecco le sue dichiarazioni) e Jack Miller. La passione scorre ancora nelle sue vene, ma da qualche anno ormai il suo fisico è debilitato.

La confessione dell'australiano


Ho ancora enormi problemi di salute ha raccontato in Portogallo. “Ci sono stati momenti in cui praticamente ho trascorso cinque mesi sul divano. Il tragitto da letto a divano era la mia unica sessione di allenamento quotidiano”. Questi problemi fisici hanno poi avuto un risvolto sull’aspetto mentale: “Ovviamente è stato estremamente difficile per me. La sua situazione di salute non è stabile e ci sono volte in cui migliora, ma altre in cui peggiora: “A dicembre e gennaio pensavo che andasse meglio. Ero davvero euforico, ma a marzo e aprile le cose sono andate di nuovo in discesa rapidamente”.

Bandito il ritorno


Tutto però dipende da giorno a giorno, anche se non ha più ritrovato negli ultimi tempi la sua massima forma fisica: “Ci sono giorni in cui sono completamente esausto e altre volte va di nuovo meglio. Ma non sono mai al di sopra del 60 percento della mia prestazione”. Con questi seri problemi di salute tornare in pista è solo un’utopia per l’australiano che si ritirò nel pieno della sua carriera, a 27 anni: “Negli ultimi quattro anni il mio unico avversario è stato me stesso. Non posso partecipare a nessuna competizione, anche se mi divertirei molto”.

Duelli da leggenda: il 2015 l'anno della discordia

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi