MotoGP, Rossi: "Io, Cairoli, Raikkonen e la Pellegrini: è l'anno dei grandi ritiri"

MotoGP, Rossi: "Io, Cairoli, Raikkonen e la Pellegrini: è l'anno dei grandi ritiri"© Milagro

Le parole di Valentino al termine delle qualifiche di Valencia, circuito che ospiterà l'ultima gara della sua carriera: "Voglio chiudere con un buon risultato"

Scatterà dalla decima casella l’ultima gara di Valentino Rossi in MotoGP. Un weekend che vede il pesarese in buona forma, finalmente a suo agio tra le curve del ‘Ricardo Tormo’ in sella alla sua M1.

“Stamattina riuscivo a guidare bene, ho centrato l’ingresso in Q2, poi nel pomeriggio ho provato differenti mescole e il mio passo non era male”, è il commento a caldo del Dottore. In qualifica ho migliorato il mio tempo sul giro, sono molto vicino alla prima Yamaha in griglia. Si tratta di un risultato positivo per me e il team, proverò a ottenere un buon risultato nella mia ultima gara”.

MotoGP Valencia: Pol Espargaro in bilico per la gara

Vale: "Io e Petrux troppo pesanti per le Michelin"


In qualifica, Valentino ha potuto sfruttare la scia offertagli dall’allievo e amico Francesco Bagnaia: “Pecco mi ha aiutato ma non avevamo un piano, l’ho seguito e ho continuato a spingere. Poi è caduto, ma per me era finita, il primo giro era quello buono", spiega Rossi, convinto di aver espresso tutto il potenziale della sua Yamaha. 

Un Rossi che, nonostante i quasi 43 anni, appare in buona forma fisica. “Mi sono allenato bene nella seconda metà di stagione, nelle ultime gare mi sento bene fisicamente“, è il giudizio del #46, che ha poi riconosciuto l’incredibile importanza rivestita dalle gomme Michelin in questo campionato serratissimo.

“Le gomme hanno portato un grande cambiamento negli ultimi anni: andavo forte con le Bridgestone, con le Michelin ho sofferto perché sono più morbide – prosegue l’alfiere Petronas - Per esempio, io e Petrucci siamo alti e pesanti rispetto alla media, caratteristiche che non si sposano con queste coperture. Cambiare stile a una certa età diventa complicato”.

Petrucci che parteciperà alla Dakar nel 2022: “Sarò curioso di vedere cosa farà. Ci vogliono le palle per parteciparvi, è tostissima. Petrux è un cinghialone (ride, ndr) può andar forte”.

L'anno dei grandi addii


Tra meno di 24 ore Rossi avrà terminato l’ultimo GP in carriera: “Sì, sarà emozionante. Ma quest’anno non smetto solo io. Smettono molti piloti importanti, come Kimi Raikkonen, Tony Cairoli, tanti atleti italiani come la Pellegrini e altri. Aspettavano che smettessi io”, commenta sorridendo Valentino, che conclude: “Il motociclismo perde tanto, ma in MotoGP ci sono molti italiani forti per il futuro”.

GP Valencia: chi vincerà l'ultima gara della MotoGP? Vota

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi