MotoGP: nuove indiscrezioni sullo stato di salute di Marc Marquez

MotoGP:  nuove indiscrezioni sullo stato di salute di Marc Marquez

Il pilota, fermo per diplopia, avrebbe lo stesso identico problema che ebbe anche nel 2011 dopo una caduta a Sepang. Dovrà quindi operarsi di nuovo?

In Casa Honda la situazione non è delle più rosee. Lo abbiamo visto nell'ultima gara di Valencia dove il team Honda Factory non è riuscito a schierare nessuno dei suoi piloti in griglia di partenza. Un fatto che non accadeva dal lontano 1992 e che potrebbe essere sintomo di una situazione preoccupante che potrebbe scombussolare i piani in HRC.

Novità su Marquez


A Valencia Marc Marquez era assente per il problema di diplopia riscontrato dopo una caduta mentre faceva allenamento con la moto da enduro. Lo spagnolo è caduto battendo la testa e da qui si è acutizzato il problema che aveva avuto anche nel 2011 e che lo aveva portato a doversi operare. L'incognita più grande, adesso, è quando potrà tornare in pista? Oltre alle ultime due gare della stagione, infatti, si sta perdendo l'importantissimo appuntamento dei test a Jerez dove i suoi colleghi stanno già guardando in ottica 2022. La diplopia (sdoppiamento della vista) è un problema che potrebbe risolversi da solo con il tempo, o potrebbe volerci un'operazione.

Se il ritorno in pista, quindi, presenta un grosso punto di domanda, nel paddock dell'ultima gara di Valencia, i colleghi di Speedweek.com sono riusciti a carpire alcune voci di corridoio che parlano di un trauma al nervo ottico di Marqueznello stesso esatto punto del 2011. Per capire meglio, Marc avrebbe problemi di sdoppiamento della vista quando guarda in basso, mentre guardando in avanti o in alto non avrebbe problemi.

Un futuro incerto per Honda


Questo cosa significa quindi? Che dovrà operarsi di nuovo? Se così fosse, avrebbe poi bisogno di tempi di recupero non brevi e che potrebbero fargli saltare anche i test invernali andando a complicare ulteriormente la situazione al box ufficiale, sprovvisto del suo gioiello più splendente, e con Stefan Bradl che continuerebbe molto probabilmente a sostituirlo. Intanto, a Jerez tra oggi e domani i piloti MotoGP stanno testando i loro prototipi: in Casa Honda, il lavoro più importante riguarderà da vicino i due piloti LCR Alex Marquez e Takaaki Nakagami che al box, nella giornata di oggi, hanno avuto sei prototipi da testare. Presente ma ancora convalescente, invece, Pol Espargarò, caduto nelle FP3 del weekend di Valencia.

MotoGP, Loris Capirossi: "Ducati-Bagnaia è una combinazione fantastica"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi