MotoGP, Razali si pente: “Non avrei dovuto portare Rossi in Petronas”

MotoGP, Razali si pente: “Non avrei dovuto portare Rossi in Petronas”© Milagro

Il manager del team WithU-Yamaha ha ammesso che non compierebbe alcune delle scelte fatte nei mesi scorsi, tra cui l'ingaggio del nove volte campione del mondo 

L’ultima stagione di Valentino Rossi nel Motomondiale non è andata come sperato: 44 punti e un misero 18esimo posto nella classifica dimostrano le difficoltà incontrate dal pesarese nel 2021 appena concluso, risultati così deludenti da convincerlo ad appendere il casco al chiodo.

Le aspettative nei confronti dell’avventura in Petronas erano ben più alte, come ammesso dallo stesso Razlan Razali che, col senno di poi, avrebbe evitato l’ingaggio del nove volte campione del mondo.

MotoGP, 6 settimane di riposo assoluto per Marc Marquez

L'illusione di Jerez 2020


Se potessi tornare indietro nel tempo non rifarei due cose. La prima quella di rifiutare nel giugno 2021 l’offerta di rinnovo della Petronas perché volevo più soldi. La seconda, a essere sinceri, non riprenderei Valentino Rossi”, ha dichiarato il manager malese ai microfoni di Speedweek.

Razali ha continuato: “Si diceva che avremmo dovuto mettere sotto contratto Valentino su pressione della Yamaha, ma a dire il vero, questa pressione da noi avvertita non è mai esistita. Ero scettico, ma quando l’ho visto salire sul podio di Jerez, ho pensato: ‘Ok, può farcela’. Ma dopo aver superato il Covid-19, i risultati di Rossi sono stati pessimi. A quel punto la decisione era stata già presa”.

Il boss dell’ex team Petronas ha concluso spiegando i problemi incontrati da Valentino, dovuti principalmente all’età ben più avanzata rispetto ai rivali: “I giovani piloti sono molto più veloci, Valentino ha anche fatto registrare tempi migliori rispetto al passato, ma non era abbastanza. Penso che si sia messo pressione da solo. Il suo cuore e la sua testa erano pronti per vincere, ma il corpo non era dello stesso pensiero”. 

MotoGP, Melandri: "Bagnaia ha fatto qualcosa di incredibile"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi