GP Francia, Bastianini: “Bello tornare davanti dopo un weekend difficile”

GP Francia, Bastianini: “Bello tornare davanti dopo un weekend difficile”© Luca Gorini

Il riminese ha chiuso al comando la prima giornata sul tracciato di Le Mans, dicendosi soddisfatto del lavoro svolto: “Siamo già molto veloci. Dopo Jerez, ci voleva una prima giornata come questa per ritrovare fiducia”

La prima giornata di prove libere della MotoGP sul circuito di Le Mans, teatro del Gran Premio di Francia, si è conclusa con Enea Bastianini davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere. Un risultato arrivato dopo un fine settimana complicato a Jerez, che ha dato fiducia al pilota del team Gresini in vista di qualifiche e gara.

Avevamo bisogno di un inizio come questo per ritrovare la giusta fiducia dopo il difficile Gran Premio che abbiamo vissuto in Spagna”, ha detto Enea a fine giornata. “Non so come mai ma a Jerez non mi sono trovato a mio agio nè in gara, nè nella successiva giornata di test, mentre qui sento di avere già tutto sotto controllo nonostante sia solo il primo giorno di prove”.

Moto3, GP Francia: Dennis Foggia al top nelle FP2 di Le Mans

Bastianini: “Ho nel primo settore il mio punto di forza”


Nonostante una scivolata alla fine delle FP2, il numero 23 ha ben chiaro il proprio punto di forza sulla pista francese: “Nel primo settore sono molto veloce e riesco ad avere il pieno controllo della moto anche ad altissima velocità. La scivolata a fine turno è stata innocua, sono soltanto passato troppo interno perdendo aderenza. Mi spiace soltanto di non aver potuto festeggiare il risultato per via di questo inconveniente, ma sono ottimista per questo weekend”.

Enea non è stato l'unico pilota a cadere nel corso delle libere: "Le condizioni della pista non erano perfette e per questo ci sono state molte cadute, specialmente nelle FP2. Era molto difficile riuscire ad avere una moto stabile, soprattutto con la gomma media al posteriore, mentre con la morbida si riusciva ad essere più incisivi".

Infine, non è mancato uno sguardo al meteo: "Sembra che per domenica possa arrivare la pioggia, perciò in caso di gara bagnata sarà fondamentale disputare delle buone qualifiche e partire dalle prime due file per non avere problemi di visibilità in partenza e, di conseguenza, perdere terreno dai primi. Spero solo che in qualifica non ci sia il solito problema dei piloti lenti che aspettano il traino, perchè con il peso delle MotoGP può essere pericoloso".

MotoE: Jordi Torres è il più veloce al termine delle FP2

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi