Parla Michelin: "Test team fondamentale in MotoGP, se il tester è Pedrosa"

Parla Michelin: "Test team fondamentale in MotoGP, se il tester è Pedrosa"© Luca Gorini

Piero Taramasso, Responsabile del Bibendum: "Dani mica mi ha sorpreso a Misano; possiede doti naturali. Piloti come lui sono per noi utili allo sviluppo delle gomme"

9 giorni fa

In qualità di Responsabile Michelin nei campi gara, Piero Taramasso ha monitorato ogni singola prestazione offerta durante la MotoGP di Misano, soffermandosi attetamente su Dani Pedrosa. Il folletto catalano ha corso da gigante, sfiorando il podio nella Sprint e nel Gran Premio, senza stupire il professionista della Casa francese: "O meglio, mi ha stupito positivamente" sorride "posso dire questo: conobbi Dani nel 2016 quando era pilota ufficiale, ritrovandolo poi nel ruolo di tester. Da allora a oggi ha mantenuto una capacità di guida superiore alla media. Il suo è un dono naturale".

Classifica piloti MotoGP

Taramasso: "Pedrosa in qualifica mi ha impressionato"

Piero continua l'analisi sul portentoso weekend di Pedrosa: "Innanzitutto, la condizione da lui affrontata era diversa, se paragonata alle altre" spiega "Aveva la mente libera a Misano, ma è anche vero che conosce bene la RC16, sulla quale spesso gira. Le capacità enormi mostrate mica mi hanno sorpreso: ha un talento intatto a 38 anni e più. Il risultato di doppio quarto posto e buono, sebbene io l'abbia trovato soprendente in qualifica".

C'è del tecnico nelle parole di Taramasso: "Perché non usa mai la gomma da passaggio secco, mentre i rivali sempre. Facile da utilizzare non è, se non si è abituati. Invece, Dani ha sparato un Time Attack da titolare, altroché. Pedrosa esce da un weekend fantastico, nel quale è andato fortissimo in ogni situazione".

Infine, una voce spesa a cui i Marchi iscritti non possono rinunciare: "Il test team non è importante" svela "é fondamentale, sia per la squadra titolare, che per la Casa, contemporaneamente per noi. Il test team ci aiuta molto in termini di sviluppo, perché di test se ne fanno ormai pochi. Nel passatto si provavano gomme e telai, stop. Adesso è più complicato: telai, certo. Ma anche elettronica, aerodinamica, abbassatori, ali. E le gomme, giustamente. Ecco, un tester come Pedrosa fa la differenza nel computo del pacchetto".

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi