Si sono conclusi ieri a Jerez i test della Moto2 (e Moto3). Chi torna più soddisfatto è Mika Kallio:  suo il crono più veloce nell’ultima giornata dei test di Jerez e miglior giro di tutta la settimana, 1’42.169, precedendo di soli 64 millesimi il proprio compagno di squadra, Tito Rabat. Lo spagnolo è riuscito a completare una simulazione di gara alle prese con i rapidi cambi di direzione 4,4 chilometri del tracciato. Sempre costante al 3º posto si è classificato Thomas Luthi; lo svizzero del team Interwetten Paddock ha chiuso a sua volta con un ritardo di appena 21 millesimi da Rabat. I primi tre promettono bene per un inizio di stagione scoppiettante. La top five è completata da Takaaki Nakagami del tem Idemitsu Honda Asia e da Alex de Angelis del team Tasca Racing. Un vero peccato per il sanmarinese, che ieri è incappato in uno spettacolare incidente distruggendo la sua Suter. “Sono stati tre giorni molto positivi, il secondo soprattutto ma anche oggi abbiamo avuto le nostre conferme. Martedì abbiamo accusato qualche problema di set up e in frenata, non riuscivo a dare il gas dove volevo - ha detto il sammarinese - Nel secondo giorno la situazione è nettamente migliorata. La moto risponde molto bene alle modifiche e i ragazzi della squadra sono stati davvero bravi a trovare la strada giusta. Il terzo giorno abbiamo provato del nuovo materiale fornito da Suter: nonostante il poco tempo a disposizione per girare, il tempo è subito sceso sotto l’1’43.00. Mi auguro che questo materiale ci venga messo a disposizione presto”