Temperature elevate anche per l'ultimo turno di prove libere di questo pomeriggio: la Moto2 ha corso con 32°C, che sono diventati 53 sull'asfalto. Colpo a sorpresa messo a segno da Xavier Simeon: il belga, già campione europeo della 600 Stock e della Coppa del Mondo 1000 Stock, ha conquistato il miglior crono girando in 1'43''752 al penultimo dei passaggi buoni. Di soli 88 millesimi più alto il secondo tempo, che appartiene al tedesco  Sandro Cortese, che all'undicesimo passaggio ha siglato il tempo di 1'43''840, proiettandosi al comando del turno di qualifiche fino a quando Simeon non ha affondato la zampata in sella alla Suter del Team Gresini. Ma per quasi tutto il secondo turno di prove libere il leader era stato il giapponese Takaaki Nakagami con il tempo di 1'43''991, siglato al quinto dei ventuno giri percorsi. il giapponese mantiene comunque la terza posizione davanti al leader della classifica iridata Esteve Rabat. Bravo Simone Corsi, che nel ventesimo e ultimo passaggio ha fermato il cronometro sul settimo tempo, davanti a Johann Zarco. Soltanto quattordicesimo Maverick Vinales, complice una caduta all'undicesimo passaggio, proprio nella stessa curva in cui era scivolato questa mattina Mattia Pasini. Ventesimo tempo per Lorenzo Baldassarri, mentre Mattia Pasini ha chiuso il turno con il ventitreesimo crono. Una caduta nelle prime fasi ha condizionato la sessione di prove libere del sanmarinese Alex De Angelis, che ha siglato  il venticinquesimo tempo. Ventinovesimo crono per Franco Morbidelli, che però si aspettava di non migliorare rispetto alla mattina: «Le condizioni sono difficilissime, fa troppo caldo!» aveva anticipato il pesarese. «Abbiamo fatto altre modifiche, ma sicuramente si girerà più piano di questa mattina». Molte, infatti, le modifiche studiate dalle squadre per migliorare i tempi: «Stiamo accorciando il forcellone per avere più grip sul posteriore, perché con questo caldo la moto scivola moltissimo», ha detto Julian Simon, che poi ha chiuso il turno in ventiduesima piazza. Qui i tempi.

Fiammetta La Guidara