Esteve Rabat per la prima volta dopo tre Gran Premi non partirà in pole position: sul circuito di casa il leader della classifica iridata ha dovuto cedere il passo al finlandese Mika Kallio, che ha stampato il crono di 1'42'766 all'undicesimo dei diciotto giri percorsi ed è rimasto imbattuto fino al termine del turno di qualifiche. Kallio, al momento secondo nel mondiale, è stato anche l'unico della compagine a scendere sotto il muro dell'1'43''. Secondo miglior crono per il tedesco Sandro Cortese, finora dodicesimo nella generale, con miglior risultato un settimo posto in Qatar. A chiudere la prima fila sarà lo spagnolo Luis Salom, mentre Esteve Rabat, il leader della generale con due vittorie e un secondo posto, prenderà il via in seconda fila, con il sesto tempo a fianco di Jonas Folger e Maverick Vinales, il vincitore del GP delle Americhe, Il più veloce degli italiani è stato Simone Corsi ,afflitto da qualche problema gastrointestinale: il romano, quarto con tre quinti posti nei primi tre gran premi, ha chiuso il turno all'undicesimo posto, alle spalle di Johann Zarco. Tempi comunque molto simili tra i protagonisti della Moto2, con ben sedici piloti racchiusi in poco più di nove decimi. Il campione del mondo in carica della Supersport Sam Lowes, che ha conquistato il suo primo podio in Moto2 al GP d'Argentina, è scivolato all'ultimo giro dopo aver siglato il quindicesimo crono. Diciottesimo crono per Mattia Pasini, davanti al sanmarinese Alex De Angelis. Ventitreesimo Franco Morbidelli, che ha conquistato i suoi primi tre punti iridati al GP d'Argentina. «E' stato grandioso, perché è andato tutto benissimo», ha detto Mika Kallio. «Sapevamo che se non avessi fatto un giro pulito senza errori non ce l'avremmo fatta. Sapevo anche di avere la velocità giusta... nei primi gran premi della stagione ho fatto fatica nelle qualifiche e non ero soddisfatto. Domani invece, partendo davanti, abbiamo anche la possibilità di vincere. In gara sono sempre stato più costante e più veloce rispetto alle qualifiche. La pista poi mi piace e la conosco bene». «Questa categoria è molto difficile», ha commentato Luis Salom. «Siamo tutti vicini come tempi, ma tra essere ottavo o diciottesimo in  griglia partenza cambia tanto: se parti diciottesimo significa che al primo giro sei fra i primi quindici o venti. Per questo è importante partire davanti». Fiammetta La Guidara Guarda i tempi della qualifica