Domenica 1 giugno, al Mugello, torna il GP Italia. Un appuntamento carico di significato per i piloti italiani, che ovviamente tengono particolarmente a fare bella figura davanti al proprio pubblico (e ai propri sponsor). Simone Corsi non vede l’ora che arrivi il finesettimana. Il pilota romano è bello carico dopo il GP Francia nel quale ha centrato il secondo posto, battuto solo da Kallio, dopo essere rimasto in testa per due terzi di gara.    La pista gli piace. “Il circuito del Mugello è una delle piste più belle e allo stesso tempo più difficili al mondo. Sarà una gara dal sapore particolare: correre davanti al pubblico italiano è sempre speciale”. Al risultato di Le Mans fa ben sperare.  “A Le Mans abbiamo fatto davvero un’ottima gara, il team ha lavorato sodo e non possiamo nasconderci il nostro obiettivo è salire ancora sul podio e magari un gradino più in alto rispetto alla Francia.” Per il compagno di squadra di Corsi al Team Forward, Mattia Pasini, invece, Le Mans è una gara da dimenticare. Abbattuto da Cardus a inizio gara, Pasini ha avuto una reazione eccessiva, andando a picchiare sul casco dello spagnolo. “Spero di dare davvero la svolta al mio campionato al Mugello - dice Pasini - A Le Mans e nelle prime gare della stagione ho avuto diversi problemi, ma spero di poter cambiare rotta proprio nella gara di casa. Sono davvero carico, correre davanti ai tifosi italiani è sempre speciale.”