“Alle volte, come va il mondo. Il Germania volevo assolutamente il podio, e mi è scivolato di mano. Qui, ero anche disposto a perderlo, pur di arrivare al traguardo. E l'ho conquistato", dice Franco Morbidelli, che a Indy ha conquistato il primo podio iridato in carriera, chiudendo alle spalle di Rins e Zarco. "Gara durissima; il momento decisivo, quello determinante per il risultato, è stato il confronto con Rabat; ci siamo sorpassati a vicenda, abbiamo combattuto e, nello stesso istante, a tutti e due si quasi chiuso lo sterzo… è stato un momento importante non solo perché ho preso il sopravvento, ma anche perché ho capito che tutti eravamo al limite. Sono felice; felice per me, per la squadra e per il lavoro fatto tutti assieme. Nelle ultime gare siamo riusciti a qualificarci avanti. Ed è stato l'elemento determinante”, conclude Morbidelli. “Avevamo detto: riprendiamo da dove abbiamo lasciato in Germania. Da quel terzo posto mancato per un niente", aggiunge Aligi Deganelli, capotecnico del Team Italtrans. "Franco ci ha preso in parola, e terzo è arrivato qui in America… Sono contentissimo per la squadra, e per tutti coloro – come gli sponsor – che ci hanno aiutato”.