Il sabato di Silverstone della Moto2 si è aperto con le FP3, sessione fin da subito caratterizzata da tempi sensibilmente più bassi rispetto a quelli del freddo venerdì delle FP1 e FP2. Le temperature sono leggermente aumentate, anche se ora l’incognita riguarda la pioggia che potrebbe cambiare le carte in tavola nella domenica di Silverstone. Meteo a parte è stato il giapponese Nakagami (Idemitsu Honda Team Asia) ad alzare per primo il ritmo nella classe intermedia, aprendo le FP3 con 2’07.603: cerca di replicare il leader della classifica generale Zarco ma è il rookie Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40) a mettersi in mostra, centrando uno spettacolare 2’06.960, diventando il primo pilota Moto2 a scendere sotto il 2’07 a Silverstone e battendo il precedente primato appartenente a Nakagami, che nelle qualifiche del 2013 fermò il cronometro a 2’07.039. Il campione in carica Rabat cerca di tenergli testa ma è il giovane Alex Marquez a sfiorare, a due minuti dal termine della sessione, il nuovo primato, girando a 24 millesimi da Rins. Il pilota del team Paginas Amarillas HP40 però non è soddisfatto e nell’ultimo tentativo a disposizione mette a segno un altro giro al fulmicotone, migliorando nuovamente il proprio record e fermando il cronometro a 2’06.932. Sventola la bandiera a scacchi e le FP3 della Moto2 si chiudono con Rins in testa seguito da Marquez, Rabat, Zarco e dal padrone di casa Lowes, protagonista delle FP2 di ieri. Solo 15° Baldassarri, primo tra i piloti italiani. Attesa dunque per le qualifiche, dove Rins potrebbe conquistare la terza pole nella sua prima stagione in Moto2. Francesco Colla Moto2 Silverstone - FP3 140A. RINS2:06.932 273A. MARQUEZ+0.092 31T. RABAT+0.405 45J. ZARCO+0.413 522S. LOWES+0.457 612T. LUTHI+0.533 760J. SIMON+0.553 830T. NAKAGAMI+0.671 94R. KRUMMENACHER+0.796 1011S. CORTESE+0.894