Le qualifiche della Moto2 regalano un finale a sorpresa. A Motegi sarà il campione del mondo in carica e leader della classifica, Johann Zarco, a partire dalla pole position grazie ad un finale perfetto. All’ultimo giro utile prima della bandiera a scacchi, il francese della Kalex fa segnare un 1’49”961: è l’unico ad abbattere il muro del 50, imprendibile per gli altri con pochi secondi a disposizione.

MORBIDELLI TRA I GRANDI - L’iridato si fa quindi beffa dei due assoluto protagonisti dell’intera sessione, ovvero Franco Morbidelli e Thomas Luthi. Il primo, a lungo in testa, di è dovuto accontentare della terza piazza finale a tre decimi dal leader mentre il secondo, sempre al top in questi due giorni, dopo aver scavalcato Morbidelli centrando la pole provvisoria si è visto portare via il primo posto da Zarco proprio negli attimi conclusivi. E per soli sei centesimi di secondo…

GLI ALTRI AZZURRI - Completano la top five un ritrovato Sam Lowes (caduto durante le fp3), il tedesco Sandro Cortese, poi Pons, Nakagami (sottotono rispetto alle prime libere), Marquez, Folger e un buon Mattia Pasini, decimo. A proposito di italiani, da segnalare la 13esima piazza di Corsi e la 14 di Baldassarri, caduto nelle fasi iniziali. Stessa sorte per il compagno di squadra, Luca Marini, 26esimo.