In vista del GP di Misano, i piloti italiani sono pronti a darsi battaglia più che mai, ne è un esempio Franco Morbidelli, reduce da un terzo posto a Silverstone che non lo ha soddisfatto in pieno. Durante le prime battute della gara, infatti, si trovava nelle prime posizioni, in lotta con il compagno di squadra Alex Marquez.

CALO DI FEELING - Poi lo spagnolo è caduto, mentre per Morbidelli si è verificato un calo nel ritmo gara: “sono stato in grado di prendere Alex – ha commentato il rider del team Estrella Galicia Marc VDSha avuto un ottimo inizio e siamo stati entrambi molto veloci. Dopo il suo incidente, o un attimo prima, ho iniziato a non avere più un ritmo veloce, a non sentirmi bene sulla moto, così ho cercato di difendermi.

PUNTI PREZIOSI - Franco Morbidelli, che si trova in vetta alla classifica iridata con 29 punti di vantaggio su Thomas Luthi, è stato infatti scavalcato prima da Nakagami (Idemitsu Honda Team Asia) e poi da Mattia Pasini (Italtrans Racing Team). “Di certo non è il risultato che avrei immaginato – ha proseguito – ma comunque sono salito sul podio ed ho guadagnato dei punti per il campionato”.

SALE LA TENSIONE IN VISTA DI MISANO - Adesso però, ad attendere il pilota del team Marc VDS c'è una sfida dal sapore speciale, il Gp di Misano, che si disputerà dall'8 al 10 settembre in terra nostrana. “Andiamo a Misano con buone sensazioni – conclude Morbidelliè la gara di casa e per me sarà molto importante essere veloce e fare bene, nonostante senta già addosso molta tensione. Quello che è certo è che dobbiamo continuare ad attaccare perché questo è un campionato dove tutto può succedere, così continuerò a dare il massimo e vediamo come va”.