Moto2 Misano, gara: svizzeri tra le cadute

Moto2 Misano, gara: svizzeri tra le cadute<br />

Aegerter vince con la Suter, Luthi conquista 20 punti e si riavvicina a Morbidelli, caduto come altri. Podio completato da Shyarin, quarto Bagnaia

10 settembre 2017

Sedici piloti all’arrivo su 31 partenti. Anche la gara della Moto2, sull’asfalto bagnato di Misano, ha “tradito” molti dei protagonisti del mondiale. Tra questi, il poleman Pasini e Baldassarri (scivolati in fotocopia al secondo giro mentre si trovavano nelle prime posizioni), Marini che non ha completato neanche il primo giro, ma anche Navarro, Vinales, Oliveira, Locatelli, Manzi, Simeon e soprattutto Franco Morbidelli. Il leader della classifica è scivolato nella prima parte di gara, alla staccata della Quercia, a causa di una perdita d’aderenza sull’anteriore mentre si trovava in testa. Un colpo pesante per il campionato, visto che a fine gara il suo rivale Luthi è arrivato secondo e ha recuperato 20 punti pesanti, arrivando a sole 9 lunghezze dal romano-pesarese.

TRIONFO ELVETICO - A vincere, difendendosi dagli attacchi dello stesso Luthi fin sotto la bandiera a scacchi, è stato lo specialista della pioggia, Dominique Aegerter (Suter – Kiefer Racing), che ha completato la doppietta svizzera a Misano con il primo e il secondo gradino del podio. E’ passato sul traguardo con un secondo e quattro di vantaggio sul connazionale, conquistando la prima vittoria (e il primo podio) di questo 2017 e portando in trionfo la moto di “casa” sua. Terzo, a sette secondi, ha chiuso un altro specialista della pioggia, Hafizh Syarhin (Kalex Petronas). Il malese ha provato a recuperare il gap dai due di testa nel finale ma un paio di “imbarcate” l’hanno fatto rinunciare, accontentandosi di 16 punti e del primo importante podio stagionale. 

PECCO SEMPRE PIU’ IN ALTO - Alle sue spalle il primo italiano all’arrivo, Francesco Bagnaia. Scattato bene al via, ha recuperato forte su Nakagami e verso metà gara si è rivelato anche il più veloce in pista: ha chiuso quarto, a 21 secondi dal vincitore ma davanti a Binder, Cortese, Quartararo e Simone Corsi. Il romano ha chiuso ottavo in seguito a una scivolata all’ultima curva dell’ultimo giro, quando si trovava ottimo quinto. Nella top ten hanno chiuso anche Pawi e Raffin mentre a punti sono andati Nakagami (scivolato a due giri dal termine mentre si trovava quinto), il rientrante De Angelis, Gardner, Nagashima e Vierge. Sedicesimo Fuligni, non a punti per un “soffio”.

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi