Misterioso furto quello avvenuto nel pomeriggio di venerdì a Misano, mentre in pista si stavano disputando le prove libere. Ad essere derubati, sono stati i due piloti di Moto2, Tarran Mackenzie e Dominique Aegerter entrambi del Team Kiefer Racing.

IL BOTTINO - E cosa potrebbero aver rubato a due piloti di moto, se non un oggetto preziosissimo per loro? Approfittando della confusione che c'era nel paddock durante il weekend di gare, qualcuno a quanto pare si sarebbe intrufolato ed avrebbe trafugato il bottino che ammonterebbe a oltre 1600 euro. Proprio così, i due piloti del team Kiefer Racing si sono visti soffiare da sotto il naso il proprio casco, quello di Aegerter marcato Arai e quello dell'inglese marcato Shoei.

UN GIALLO - “Indossavo il casco nelle libere 2 - ha raccontato Aegerter al quotidiano Speedweek - poi l'ho lasciato nel box e non è mai rimasto incustodito. C'è sempre stato qualcuno del team nell'orario in cui è stato rubato per questo trovo che quanto sia accaduto abbia dell'inspiegabile. Ho altri tre caschi ma ero molto legato a quello che mi è stato rubato, ed è per questo che il furto è stato molto fastidioso.”

OCCHIO ALLE ASTE - Entrambi i piloti, una volta capito quanto era accaduto hanno pubblicato sui social network la notizia che in un primo momento è sembrata quasi surreale ai loro fans, tanto che in pochi ci hanno creduto. C'è da dire che tutto questo scompiglio non ha infastidito più di tanto il pilota svizzero, che in una gara bagnata dove moltissime sono state le cadute, è riuscito a portare a casa il primo posto. E chissà, che a sorpresa, come è accaduto circa un mese fa per la Kalex di Tito Rabat, anche Aegerter e Mackenzie non ritrovino il loro tanto amato casco in vendita su Ebay.