Sotto la pioggia di Misano, sono stati molti i piloti a non concludere la gara. Tra questi, anche Franco Morbidelli, incappato in una caduta abbastanza significativa. L’italiano, infatti, è il leader della classifica iridata e il suo rivale diretto in campionato, Tom Luthi si è avvantaggiato notevolmente della situazione, concludendo il GP di San Marino al secondo posto.

La distanza tra i due in campionato si è ridotta: adesso sono nove lunghezze, che rendono la sfida nella categoria mediana.

“Ero stato molto rapido sull’asciutto durante il fine settimana, sfortunatamente sul bagnato ho fatto un errore", ammette Morbidelli, che aveva iniziato la gara molto forte andando subito al comando e tenendo la testa della corsa sotto il diluvio.

Il 'Morbido' ha provato a fare il vuoto e per quattro giri è stato indisturbato in testa fino a finire nella ghiaia della curva otto. Adesso Franco Morbidelli guarda con rinnovata convizione al prossimo GP in Aragona.

"Adesso dobbiamo continuare a stare concentrati per raggiungere un buon risultato nella prossima gara ad Aragon. Sono primo, ma con nove punti in campionato", dice Morbidelli. "Abbiamo la consapevolezza di essere una squadra forte e dobbiamo continuare a dare il massimo perché, come abbiamo visto, può succedere di tutto”.