Moto2: MV Agusta pronta per il debutto

Moto2: MV Agusta pronta per il debutto

"Al mondo esistono molte moto belle, ma MV Agusta è un'altra cosa..." diceva Claudio Castiglioni. Ora la Casa più blasonata al mondo si prepara a tornare alle massime competizioni iridate dopo 42 anni con il team Forward. "Sarà una moto diversa tutte" promette Brian Gillen, project leader

Presente in

30 luglio 2018

Sono molto orgoglioso di vedere il sogno di riportare MV Agusta nel Motomondiale diventare realtà”, sono le parole di Giovanni Castiglioni, presidente di MV Agusta e figlio dello storico patròn della Casa varesina Claudio. “Voglio ringraziare tutti i nostri inge­gneri, tecnici e designer e i ragazzi del Forward Racing Team per avere reso tutto questo possibile in così poco tempo. Un ringraziamento speciale va a Giovanni Cuzari, per aver creduto in noi ed averci spinto a fare il massimo. Ci sarà ancora molto da fare, ma step by step porteremo la moto ad essere competitiva”, promette Castiglioni. MV Agusta e il Forward Racing Team si uniscono per scrivere un nuovo capitolo nella storia del motociclismo.

Un sogno che si realizza - “Inseguo questo sogno sin dai tempi di Claudio (Castiglioni, ndr). Numerose volte ho insistito per tornare con MV Agusta in MotoGP, e, quando Giovanni ha preso il posto del padre, spesso l’ho spronato a credere in un progetto tanto ambizioso”, ha dichiarato Giovanni Cusari, patròn del team. “Finalmente lo ha fatto, ed oggi, 42 anni dopo, faremo il primo passo con il nostro prototipo di Moto2 MV Agusta. Sono emozionatissimo, ma consapevole che questo è solo un primo esordio e che il lavoro da fare è ancora importante.

Il giusto mix per puntare in alto - “Ho avuto modo di conoscere da vicino il Centro Ricerche Castiglioni, il vero cuore di MV Agusta, e ora ho la certezza che non ci manca nulla: la passione e la professionalità del gruppo capitanato da Paolo Bianchi, unita al mio meraviglioso gruppo di lavoro, è sicuramente il giusto mix per poter puntare al meglio. Quello di oggi è un punto di partenza per arrivare a riportare questo marchio davvero in alto. Un grazie va, inoltre, a tutti coloro che hanno sostenuto e sostengono questo progetto, ora la parola passa al cronometro”, ha concluso Cusari.

La squadra quest’anno sta schierando uno dei cadetti della VR46 Riders Academy, Stefano Man­zi, e il giovane talento brasiliano Eric Granado, il quale ha concluso la scorsa stagione come campione europeo del CEV (Campionato Europeo di Velocità) e oltre che vincitore del campionato brasiliano.

Una moto diversa da tutte - “È da qualche anno che stiamo valutando un ritorno al Motomondiale e con il cambio di regolamento della categoria Moto2 per il 2019”, ha detto Brian Gillen, Project Leader. Dopo 42 anni ci troviamo davanti all’opportunità di esprimere tutto il nostro ‘know how’ tecnico, sviluppato negli ultimi 6 anni di gare nel mondiale Superbike e Supersport.

“Il progetto Moto2 è molto ambizioso e stiamo impegnando tutte le nostre risorse di R&D ed esperienza nelle corse per costruire una moto completamente nuova, diversa da tutte le altre ed all’altezza del marchio MV Agusta”, conclude Brian Gillen.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi