La lotta per il titolo della Moto2 è serrata, tra Francesco Bagnaia e Miguel Oliveira. I due sono separati da 36 lunghezze, con Bagnaia in testa. Con 50 punti in palio nei prossimi due Gran Premi, il discorso titolo è ancora aperto.

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 potrebbe chiudere i giochi e diventare il secondo italiano di fila a conquistare il mondiale a Sepang dopo il successo di Franco Morbidelli nel 2017, il terzo negli anni recenti se contiamo la vittoria di Marco Simoncelli nel 2008.

Se Bagnaia arriva davanti a Oliveira, non serve fare conti, perché ‘Pecco’ sarebbe matematicamente campione del mondo con un round di anticipo. Ma Oliveira punterà a ripetere il successo di Sepang dello scorso anno.

SE BAGNAIA SI PIAZZA DIETRO OLIVEIRA - Secondo i conti fatti da MotoGP.com Bagnaia può avere la meglio su l’alfiere del Red Bull KTM Ajo con diverse combinazioni se:

- chiude come quarto, quinto, sesto o settimo e Oliveira non vince;

- termina come ottavo, nono, decimo o undicesimo e Oliveira non fa meglio che il terzo posto;

- finisce come dodicesimo, tredicesimo o quattordicesimo e Oliveira non va a podio;

- raggiunge il quindicesimo o non fa punti e il pilota KTM è quinto o più indietro.

Lo scorso anno 'Pecco' Bagnaia chiuse il GP di Sepang al quinto posto.

Il titolo di ‘Rookie of the Year’ è invece saldamente nelle mani di Joan Mir che con il podio di Phillip Island ha scavalcato il collega di box Alex Marquez.