Data storica quella del GP delle Americhe per MV Agusta, che ha conquistato i primi punti iridati dopo 42 anni di assenza dalle competizioni. Per ora sono ‘soltanto’ due punticini, quelli equivalenti alla quattordicesima posizione dello svizzero Dominique Aegerter in Moto2, ma è un segnale comunque importante. Ed è stata una grande emozione per il team.

LA GARA - Al suo 200esimo Gran Premio in carriera, Dominique Aegerter è scattato dalla griglia di partenza con grande determinazione, riuscendo a recuperare già nei primi giri ben 13 posizioni. Continuando una gara tutta in rimonta, lo svizzero ha conquistato infine la 14esima posizione al traguardo.

Questo era il mio 200esimo GP, mi sento quasi vecchio”, ha dichiarato Dominique Aegerter, che ha diviso il box con l’esordiente Gabriele Ruiu in pista difendere i colori Forward dopo la defezione forzata di Stefano Manzi, fratturato alla scafoide.

“È stato un week-end strano, avevamo molto materiale nuovo da provare quindi c’era anche questa difficoltà per noi”, ha spiegato ancora Aegerter. “A causa delle condizioni climatiche sono state cancellate le FP3, quindi tempo in pista in meno a nostra disposizione e in qualifica abbiamo avuto qualche inconveniente tecnico che non ci ha permesso di guadagnare la posizione di partenza sperata. Alla fine ho fatto una buona partenza, il team mi ha preparato una buona moto e ho potuto recuperare molte posizioni", spiega ancora Aegerter.

IL RITORNO DI MV AGUSTA - Il pilota svizzero è giustamente orgoglioso di questo suo primato. “Non ho fatto errori e posso finalmente dire che al mio 200esimo gran premio MV Agusta è tornata", dichiara. "Questo 14esimo posto mi ha fatto guadagnare 2 punti, a me e al team, quindi sono contento anche perché tutti si stanno impegnando molto per questo straordinario progetto e per portare in pista una moto sempre più competitiva. Ora sono pronto per rientrare in Europa. Dopo Jerez avremo qualche test che ci aiuterà a fare qualche passo avanti. Il lavoro che stiamo svolgendo è molto motivante e speriamo di continuare in questa direzione. Ringrazio tutta la mia squadra, gli sponsor e Giovanni (Castiglioni, ndr) per la grande opportunità di scrivere un pezzo di storia delle corse insieme”.

CONCENTRAZIONE ALTA - “Sono contento di questo risultato ottenuto appena alla terza gara di questo grande progetto”, aggiunge il team manager Cuzari. Siamo riusciti a confermare che ci siamo; la direzione è quella giusta. Sono emozionato perché questi primi punti per noi sono importanti, frutto del grande lavoro di squadra da parte della squadra e dei piloti. Ora rimaniamo concentrati perché la strada è ancora lunga e i chilometri da percorrere ancora molti”.

Il prossimo appuntamento sarà già tra due settimane, dal 3 al 5 maggio, con il primo Gran Premio europeo a Jerez de la Frontera, in Spagna.