Sul circuito francese di Le Mans la classe ‘di mezzo’ ha offerto ancora una volta tanto spettacolo, con la pioggia a far crescere l’incertezza sulle scelte di assetto.

Ad imporsi è stato Alex Marquez davanti a Jorge Navarro e Augusto Fernandez, per un podio tutto spagnolo. Per il fratellino di Marc Marquez è stato un ritorno alla vittoria dopo un lungo digiuno: erano infatti ben 20 GP che non saliva sul gradino più alto del podio: l’ultima volta era stata al GP del Giappone del 2017.

Per Jorge Navarro un ‘colpo di reni’ all’ultimo giro, che lo ha portato in seconda posizione, sorprendendo Marquez che assaporava già il posto d’onore.

GLI ITALIANI - Peccato per l’uscita di diversi piloti italiani: Simone Corsi, in particolare, stava facendo una grande gara, ed era risalito dalla decima posizione del primo giro alla seconda piazza al nono passaggio, alle spalle di Marquez, quando è caduto. E’ rimasto aggrappato al manubrio della moto, ha tentato una manovra alla Marquez per il impedire lo spegnimento del motore, ma non c’è stato niente da fare per il pilota romano, costretto al ritiro.

Il primo degli italiani al traguardo è stato Enea Bastianini, settimo, con Nicolò Bulega a rientrare nella top ten.

Fabio Di Giannantonio e Luca Marini chiudono al dodicesimo e tredicesimo posto. In zona punti la MV Agusta di Stefano Manzi. Diciottesimo Marco Bezzecchi.

I RITIRI - Il primo azzurro a lasciare la compagine della Moto2 è stato Andrea Locatelli, che non ha concluso il primo giro, e che ha lasciato la pista zoppicando.

Al secondo passaggio è caduto anche Lorenzo Baldassarri, mentre era in lotta per la top 5, e Mattia Pasini non ha potuto evitarlo. Per entrambi gara finita, con Baldassarri piuttosto malconcio, e portato al centro medico in barella. Si sospetta una lussazione ad una spalla. Poi, il ritiro di Simone Corsi.

MARQUEZ DOMINATORE – Al via è Thomas Luthi a prendere il comando, ma al terzo passaggio Marquez si porta già in testa, seguito da Xavi Vierge, anche lui autore di un sorpasso su Luthi, con Brad Binder e Jorge Navarro in scia. Da quel momento alle spalle di Marquez succede di tutto, ma lo spagnolo rimane al comando

Sono felice dopo tanto tempo ne avevo bisogno. E’ una vittoria di squadra, mi hanno dato le gomme giuste. Una giornata veramente difficile”, dichiara Alex Marquez.

Alle spalle del podio, Brad Binder si piazza quarto davanti a Xavi Vierge, con Thomas Luthi sesto davanti a Enea Bastianini. Marel Schrotter, Iker Lecuona e Nicolo Bulega completano la top ten.