Alex Marquez ha già fatto suo il titolo iridato 2019, ma la gara di Valencia (qui gli orari per seguirla9 ci dirà chi saranno rispettivamente il secondo e il terzo della classifica mondiale. E dietro allo spagnolo c'è ancora tanta bagarre. Toccherà a Brad Binder (Red Bull KTM Ajo), Thomas Luthi (Dynavolt Intact GP) e Jorge Navarro (Beta Tools Speed Up) sfidarsi a colpi di staccata. 

Binder è stato protagonista di una grande stagione con le vittorie in Austria, ad Aragon, a Phillip Island  e Sepang. Il pilota della KTM conserva cinque punti di vantaggio sullo svizzero e ben 15 sullo spagnolo. Alle loro spalle, leggermente più indietro, c'è Augusto Fernandez (FLEXBOX HP 40).

Finora il migliore degli italiani nella categoria è Luca Marini (SKY Racing Team VR46), che forse ha raccolto meno di quello che si sperava alla vigilia del campionato con le uniche due vittorie a Buriram e a Motegi. Chiudere con un podio a Valencia potrebbe essere importante vista anche la scivolata dello scorso anno.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

QP Malesia P10 @skyracingteamvr46 @vr46ridersacademyofficial

Un post condiviso da Luca Marini (@luca_marini_97) in data:

 

Dietro Marini, staccato di 11 punti, c'è Lorenzo Baldassarri (FLEXBOX HP 40), che non può accontentarsi del settimo posto della Malesia, anche perché dopo la doppietta iniziale e la vittoria di Jerez non è mai riuscito a salire sul podio. Tra gli altri piloti italiani in evidenza in questa stagione, i due rookie, Fabio Di Giannantonio (Beta Tools Speed Up) ed Enea Bastianini (Italtrans Racing Team), possono ancora chiudere bene la stagione

Nella speciale classifica degli esordienti, Diggia si trova in testa con 6 punti di vantaggio sul Bestia e 18 su Jorge Martin (Red Bull KTM Ajo). Per quanto riguarda gli altri (Bulega, Locatelli, Manzi, Bezzecchi, Corsi) aspettiamo tempi migliori.

Buon finale a tutti, ragazzi!