1 di 2

A stagione 2019 ormai conclusa, è tempo di tirare le somme, o meglio, di dare i voti ai piloti della Moto2, italiani e non che sono stati protagonisti nella categoria di mezzo del Campionato MotoGP.
C'è chi ha dato il massimo, chi avrebbe potuto fare di più, e chi è da rimandare...a marzo!
Di seguito tutti i voti:

ALEX MARQUEZ 10
Si è laureato campione del mondo, quindi il “10” è più che meritato. Nonostante abbia avuto degli alti e bassi durante la stagione, è comunque riuscito ad essere costante nei risultati e quando è stato il momento di dare la sferzata finale non ha esitato. Adesso è atteso nella classe regina, se riuscirà ad usare bene la testa come ha fatto in questa stagione 2019 di sicuro arriverà lontano.

BRAD BINDER 8
La stagione di Binder è iniziata a partire dal GP d'Austria, quando, dopo che KTM aveva annunciato di ritirarsi dalla Moto2 nel 2020, il sudafricano è andato a vincere. Da qui è iniziata una serie positiva di risultati, con una tripletta sul finale in Malesia, Australia e Valencia riuscendo anche a scavalcare gli avversari in classifica ed aggiudicandosi la seconda piazza nella classifica generale. Anche lui dal 2020 sarà in MotoGP e di sicuro, cresciuto a pane e KTM, potrà fare un buono lavoro insieme al team Tech3.

THOMAS LUTHI 7
Il “7” è più per consolazione, dato che ancora una volta lo svizzero si è visto soffiare da sotto il naso il titolo e anche la seconda posizione in classifica. Eppure l'esperienza non gli manca, chissà forse è uno di quei piloti destinato ad essere sempre l'eterno secondo (o terzo in questo caso).
I podi ottenuti nel 2019 non gli sono bastati, quindi non può che sperare nella prossima stagione per fare meglio di così.

LUCA MARINI 6
Lo Sky Racing team VR46 aveva puntato tanto su di lui ad inizio 2019, eppure Luca non è riuscito a fare quanto si aspettavano. Lo sprint lo ha avuto sul finale, vincendo in Thailandia e Giappone. A suo dire aveva trovato delle modifiche interessanti sulla moto, ma poi si è di nuovo “spento” nelle ultime tre gare. Non resta che sperare nella prossima stagione.

LORENZO BALDASSARRI 6 +
Ad inizio campionato sembrava già “destinato” alla vittoria del titolo, invece è stato tutto un fuoco di paglia e Lorenzo non solo ha iniziato una serie di pessimi risultati, ma è caduto in un baratro dal quale è riuscito a risollevarsi soltanto nel finale. Merita comunque la sufficienza perchè nonostante le critiche è riuscito ad uscire dal tunnel.

1 di 2