Iniziano a farsi serie le cose in Qatar quando manca una settimana alla partenza del Campioanto del mondo Motogp.  Oggi, domani e dopo domani, a scendere in pista sul circuito di Losail saranno i piloti delle classi Moto2 e Moto3 alternandosi in tre turni a disposizione per ogni categoria.

Moto3


Per quanto riguarda la categoria cadetta, a portarsi al comando della classifica di fine giornata (i test sono iniziati questa mattina e si sono conclusi nel primo pomeriggio), è stato l'alfiere del team Gresini Gabriel Rodrigo che ha stampato il giro veloce in 2:05.593.

Alle sue spalle lo spagnolo Albert Arenas dell'Aspar team che insegue l'argentino a +3 decimi. Sul terzo gradino virtuale del podio è invece arrivato Ai Ogura che non è riuscito a scendere sotto il muro del 2:05 come i suoi colleghi e ha fatto il giro veloce in 2:06.124.

Il primo italiano in classifica è stato invece Tony Arbolino , arrivato sesto alle spalle del veterano John McPhee e del giapporiccionese del team SIC58 Squadra Corse Tatsuki Suzuki. Questa prima giornata non ha visto quindi i pilotini italiani troppo in forma e l'altro alfiere nostrano che è riuscito ad rientrare nella top ten è stato Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse), reduce da una caduta durante i test a Jerez che gli aveva procurato dei problemi alla spalla.

Sono rientrati nelle prime dieci posizioni anche Jeremy Alcoba, Filip Salac e Jaume Masia. In dodicesima posizione è arrivato l'alfiere dello Sky Racing team VR46 Andrea Migno, mentre il compagno di squadra Celestino Vietti ha chiuso soltanto ventunesimo. Quattordicesima posizione, invece, per Dennis Foggia che sta cercando il giusto feeling con la Honda del team Leopard Racing, mentre Stefano Nepa è arrivato ventitreesimo e Riccardo Rossi ventisettesimo.

Moto2


Per quanto riguarda la categoria Moto2, invece, gli italiani in questa prima giornata sono riusciti ad occupare anche i piani alti della classifica con Enea Bastianini, al suo secondo anno con il team Italtrans nella categoria di mezzo che nella classifica dei tempi combinati è andato ad occupare il terzo posto con un ritardo dal primo di due decimi e mezzo. A piazzarsi al top, è stato quindi l'alfiere Speed Up Jorge Navarro in 1:59.168, mentre secondo è arrivato Xavi Vierge del team Petronas Sprinta Racing.

Per trovare un altro italiano occorre andare in nona posizione con Luca Marini (Sky Racing team VR46), ma prima di lui è giusto citare la quarta posizione di Joe Roberts, la quinta di Tetsuta Nagashima, la sesta di Jorge Martin, la settima di Remy Gardner e l'ottava di Marcel Schrotter.

A completare la top ten Nicolò Bulega, arrivato da pochissimo al team Gresini, mentre il best rookie 2019 Fabio Di Giannantonio si è piazzato tredicesimo. Ancora per gli italiani, Lorenzo Baldassarri è arrivato diciottesimo, Stefano Manzi diciannovesimo, Simone Corsi ventiseiesimo e Lorenzo Dalla Porta, novellino della categoria Moto2 è arrivato ventisettesimo.

I test sono però ancora lunghi, dato che mancano altre due giornate e da qui a domenica pomeriggio la classifica sarà sicuramente rivoluzionata.