Mentre a Phillip Island è ripartito il Campionato del mondo Superbike , dall'altra parte del mondo, in Qatar, i piloti delle categorie Moto3 e Moto2 del Campionato del mondo MotoGP sono stati impegnati nella seconda giornata di test.

Per gli italiani in pista, come ieri, è stata una giornata di alti e basti con l'arrivo di Romano Fenati che ha dovuto saltare la prima giornata di test a causa dell'influenza, ma hanno specificato dalla Dorna, non si tratta di Coronavirus.

Come è andata in Moto3


La seconda giornata ha visto il pilota del team Snipers Filip Salac al primo posto della classifica, con il suo miglior giro fatto registrare in 2:04.892. Il ceco è stato l'unico a scendere sotto il 2:04, “beffando” anche il compagno di squadra, l'italiano Tony Arbolino che ha chiuso sesto.

La seconda posizione è stata occupata da Dennis Foggia, vera rivelazione di questo “day 2”: l'ex Sky Racing team VR46, arrivato da poco al team Leopard Racing ha trovato con grande slancio il feeling che stava cercando passando da una quattordicesima posizione di ieri, alla seconda di oggi.

E' presto per cantar vittoria, certo, anche perchè si tratta solo di test, ma la moto che lo scorso anno ha accompagnato il campione del mondo Lorenzo Dalla Porta alla vittoria, continua insieme al team a svolgere un eccellente lavoro.
In terza posizione ritroviamo un Gabriel Rodrigo molto agguerrito (ieri al primo posto) che sembra voler lasciare poco spazio ai suoi rivali, mentre in quarta piazza ha chiuso Jaume Masia.

Tiene botta anche Tatsuki Suzuki, il giapporiccionese del team Sic58 Squadra Corse che ha fotocopiato la posizione di ieri in classifica arrivando ancora una volta quinto: il suo tempo però è cambiato andando a migliorarsi di quasi un secondo.

Giornata molto in affanno, invece, quella del compagno di squadra Niccolò Antonelli, arrivato sedicesimo e con la spalla che gli crea non pochi problemi, dato che poche settimane fa era caduto durante i test a Jerez.
Hanno completato la top ten Albert Arenas, Raul Fernandez, Sergio Garcia e Denniz Oncu.

I piloti dello Sky Racing team VR46, invece, né ieri né oggi sono riusciti a centrare i primi dieci piazzamenti: Andrea Migno è arrivato diciottesimo e Celestino Vietti ventisettesimo. Infine, da segnalare il ventesimo posto di Stefano Nepa, il ventunesimo di Riccardo Rossi e il ventiduesimo di Romano Fenati, che come detto all'inizio sta ancora combattento con l'influenza, quindi non è al top della forma.

Come è andata in Moto2


Per quando riguarda la categoria Moto2, invece, la classifica dei tempi combinati della seconda giornata, ha visto in testa il pilota del team KTM Ajo Jorge Martin con un tempo di 1:58.655.

Il secondo posto è invece andato a Remy Gardner (1:58.985), mentre il terzo se l'è preso il miglior italiano in pista, ovvero un ritrovato Nicolò Bulega che dalla decima posizione di ieri è passato alla terza di oggi. Il “trasloco” al team Gresini, per lui, deve essere stato motivo di nuovi spunti e voglia di fare, cosa che dovrà mettere a frutto soprattutto da quando ripartirà il campionato.

Per ritrovare un italiano, dobbiamo scivolare fino all'ottava posizione con Enea Bastianini, anche lui scivolato in classifica rispetto a ieri, quando era arrivato terzo. Tra Bulega e Bastianini, un bel quartetto di piloti come Joe Roberts, Xavi Vierge, Marcel Schrotter e Aron Canet.

Chiudono la top dieci Luca Marini, rimasto nella stessa posizione di ieri, nonostante abbia migliorato il suo tempo di pochi decimi, e Jorge Navarro.

Per gli taliani, da segnalare la dodicesima posizione di Marco Bezzecchi,la tredicesima di Fabio Di Giannantonio, la diociottesima di Lorenzo Baldassarri, la ventesima di Simone Corsi, la ventiduesima di Stefano Manzi e il venticinquesimo posto di Lorenzo Dalla Porta.

Moto3 e Moto2, Test Qatar: Rodrigo e Navarro aprono le danze