Si è conclusa a Losail la tre giorni di test per le categorie Moto3 e Moto2 del Motomondiale. Quando manca meno di una settimana al ritorno in pista ufficiale per tutto il circus della MotoGP, i piloti delle due categorie hanno potuto provare moto e tracciato in vista del primo atteso appuntamento stagionale.

A risultare il più veloce dopo questi tre giorni di test, nella piccola categoria è stato Filip Salac, mentre per quanto riguarda la classe di mezzo il più veloce è stato Jorge Navarro.

Moto3


La classifica dei tempi combinati stilata a fine dei tre giorni di test ha visto il ceco del team Snipers Filip Salac al comando con un tempo di 2:04.892. Classifica che, tra gli italiani, vede due piloti all'interno delle prime dieci posizioni e ben sette fuori dalla top ten.

Ma andiamo con ordine: alle spalle di Salac si è piazzato con uno scarto di 5 decimi il giapponese Ai Ogura (Honda team Asia), mentre terzo è arrivato Tony Arbolino fermando il crono a 2:05.435.
In quarta posizione è arrivato il giapporiccionese del SIC58 Squadra Corse Tatsuki Suzuki (2:05.447), che durante queste tre giornate è sempre riuscito a mantanersi nelle posizioni alte della classifica.

Dietro di lui Dennis Foggia che con un tempo di 2:05.477 è riuscito a portare l'Honda del team Leopard ai livelli che merita. Bene anche il compagno di squadra Jaume Masia, settimo alle spalle di Gabriel Rodrigo (Gresini Racing). A chiudere la top ten John McPhee, Albert Arenas e Raul Fernandez.

Per i nostri italiani, ad esclusione di Arbolino e Foggia, e perchè no anche del giapporiccionese Suzuki, questi ultimi test pre Mondiale non sono stati proprio eccezionali, nonostante il lavoro al box sia stato positivo e magari riuscirà a dare i suoi primi frutti in gara: Celestino Vietti (Sky Racing team VR46) è riuscito a chiudere tredicesimo ad un secondo dal primo in classifica, mentre il compagno di squadra Andrea Migno è arrivato ventesimo.

Posizione non proprio brillante anche per Romano Fenati, al suo primo approccio con la Husqvarna del team di Max Biaggi che però ha potuto girare soltanto due giorni e anche con l'influenza. Infine, Davide Pizzoli è arrivato ventiduesimo, Niccolò Antonelli, infortunato dopo la caduta a Jerez e che oggi non ha girato per il riacutizzarsi del dolore alla spalla, ventitreesimo, Stefano Nepa venticinquesimo e Riccardo Rossi ventisettesimo.

Moto 2


Li aveva già avvertiti il primo giorno ed è riuscito a chiudere in vetta Jorge Navarro, alfiere del team Speed Up che con un tempo di 1:58.520 è stato il più veloce di tutti nella classifica dei tempi combinati delle tre giornate.
Il secondo posto è andato invece ad un Jorge Martin davvero in forma staccato da Navarro di 13 decimi.
Terza piazza per Remy Gardner, anche lui sempre al top durante i tre giorni di test, mentre quarto si è piazzato, a soli 3 decimi dal primo Fabio Di Giannantonio.

Molto buono anche il sesto posto di Enea Bastianini alle spalle di Marcel Schrotter. Tra gli italiani in top dieci troviamo poi Nicolò Bulega, ottavo dietro Aron Canet, mentre Luca Marini è arrivato decimo.

Anche per quanto riguarda la classe Moto2 sono diversi gli italiani che in questi test non sono riusciti a dare il meglio di sé: tra questi Lorenzo Baldassarri, dodicesimo, Marco Bezzecchi, diciassetesimo, Stefano Manzi ventiduesimo, Lorenzo Dalla Porta ventiquattresimo e Stefano Corsi ventiseiesimo.

Foggia: “Con Masia c'è rispetto e tranquillità”