Remy Gardner è pronto a disputare la sua quinta stagione in Moto2 e in vista del Gran Premio del Qatar era presente nella conferenza inaugurale. Il figlio di Wayne lo scorso anno aveva ben figurato sulla pista qatariota, conquistando il quarto e il secondo posto nei primi due appuntamenti, e in vista di questo nuovo inizio ha commentato: “Ovviamente vorrei cominciare la stagione proprio come l’anno scorso, con il botto. I test pre-stagionali sono stati molto positivi e abbiamo lavorato molto bene all’interno del nostro team. Non vedo l’ora di cominciare questo fine settimana!”

Il 2019 era iniziato bene per l’australiano, ma si è chiuso solo in 15esima posizione. Gardner ha spiegato: “Lo scorso anno è stato il primo anno in cui mi sono trovato a lottare per le posizioni di testa ed era una situazione nuova. Mi sono sentito come un cervo che si trova i fari di una macchina proiettati sul volto. La situazione è stata un po’ particolare e mi ha portato a commettere degli errori per mancanza di concentrazione. Ora posso dire di aver imparato da quegli errori e quest’anno potrei mettere a frutto tutto quello che ho appreso”.

La pausa tra il GP del Qatar e l’appuntamento successivo, che ad oggi potrebbe essere quello di Austin, sarà lunga e Gardner ha detto: “Nelle prossime settimane continuerò ad andare in moto, mi allenerò e magari lavorerò anche un po’ a livello meccanico sulla mia auto, è il mio hobby”.

MotoGP: ecco come cambia il calendario 2020