Vittoria da domimatore quella di Luca Marini in quel di Jerez. Il pilota dello Sky Racing Team ha portato a casa un successo meritato, imponendosi con grande autorità tra i cordoli del tracciato andaluso. Ha condotto da subito un ritmo pazzesco, fatto di grande costanza e girando sul 1.41"- 42" basso. A nulla sono valsi gli sforzi del suo più diretto inseguitore, Tatsuto Nagashima a cui non è rimasto altro che accontentarsi del secondo posto.

Riscatto andaluso


Un riscatto per Luca, dopo la gara del Qatar finita all'ultimo giro con problemi di gomme: "A Losail ho avuto problemi - esordisce - ma qui è andato tutto nel modo giusto, nonostante la temperatura fosse elevata e non fosse facile guidare in testa alla gara"

Il segreto della vittoria? Il long run fatto in FP1 dove ha inanellato 20 giri per riuscire ad ottenere il miglior setup per la corsa di oggi: "E' stata una simulazione importante, dato che mi ha aiutato a capire meglio le gomme e la moto in generale. Abbiamo lavorato bene da subito e la vittoria è un buon punto di partenza anche per la prossima gara". Gara che si disputerà sempre a Jerez nel prossimo weekend del 26-27 luglio.

MotoGP, GP Jerez: Quartararo vince in solitaria. Brutto volo per Marquez