L'asfalto asciutto, contro ogni pronostico, ha regalato alle qualifiche della Moto2 una grande bagarre. A spiccare su tutti e a firmare il miglior crono è stato, dopo un combattuto “testa a testa” sul finale Remy Gardner (SAG team) con un tempo di 1:28.681.

Jorge Martin ha provato in tutti i modi a strappargli la pole ma si è dovuto arrendere ai 36 millesimi che hanno separato i loro migliori giri veloci.

Passaggio dalla Q1

Tra gli italiani che sono dovuti passare dalla Q1 Lorenzo Baldassarri, Stefano Manzi, Fabio Di Giannantonio, Lorenzo Dalla Porta e Simone Corsi. Tanti piloti per quattro posti disponibili per accedere alla Q2. A passare sono stati Marcel Schrotter, Joe Roberts, Nicolò Bulega e Lorenzo Baldassarri.

Per quanto riguarda gli altri piloti azzurri, Stefano Manzi scatterà diciannovesimo, Fabio Di Giannantonio ventitreesimo, Lorenzo Dalla Porta ventisettesimo e Simone Corsi ventottesimo.

MotoGP, GP Austria: Vinales regala alla Yamaha la pole al Red Bull Ring

Gardner firma la pole position


In Q2 le cose hanno iniziato a farsi serie, nonostante i piloti siano stati costretti, quando già erano in pit lane pronti a partire, a rientrare ai box a causa di un guasto di Dorna ai cronometri.

Una volta che tutto è tornato nella norma, i giri veloci sono piovuti a raffica con l'australiano Remy Gardner che non si è risparmiato. Se in seconda posizione è arrivato Jorge Martin, dalla terza casella domani in gara scatterà Marcel Schrotter.

Per trovare il primo italiano, Enea Bastianini, ovvero il leader attuale del mondiale bisogna scivolare fino alla quarta posizione. Il pilota del team Italtrans ha chiuso a +0,127 da Gardner. Proseguendo nella classifica, il quinto piazzamento è andato ad Aron Canet (+0,133), mentre sesto è arrivato Sam Lowes (+0,213).

A chiudere la top ten Jorge Navarro, arrivato settimo davanti all'alfiere dello Sky Racing team VR46 Luca Marini (+0,232) a Tom Luthi (+0,238) e a Marco Bezzecchi (+0,250). Caduta alla curva nove, invece, per il giapponese Tetsuta Nagashima.

MotoGP: Dovizioso si separa dalla Ducati a fine stagione