Proseguono i movimenti di mercato per quanto riguarda la Moto2 del 2021. Dopo il passaggio di Remy Gardner al team KTM Ajo, arriva oggi la notizia del rinnovo dello spagnolo Xavi Vierge con il team Petronas. Mentre per quanto riguarda la seconda sella è derby britannico tra Jake Dixon e John McPhee, candidato a salire di categoria con l’arrivo di Darryn Binder nel team Moto3.

Rinnovo importante quello di Vierge. Si tratta infatti per il momento del primo ed unico rinnovo di contratto per quanto riguarda la categoria cadetta del Motomondiale. Si aspettano le mosse dello Sky Racing Team per dare il via alla girandola di trattative per il cambio di team. 

Per lo spagnolo il rinnovo di contratto è un piccolo regalo che arriva nella settimana della gara di casa a Barcellona

Le prime parole di Stigefelt e Vierge


La notizia ufficiale del rinnovo di Vierge arriva direttamente da Johan Stigefelt, attuale team manager della formazione malese: “Sono davvero felice di continuare con Xavi in Moto2, visti i progressi che ha fatto da quando è entrato nel team. È importante che possa continuare con la stessa squadra per un secondo anno. È anche fantastico per la squadra mantenere un pilota come Xavi, poiché possono iniziare in modo migliore rispetto a quest'anno: si conoscono, sanno come lavorano insieme, i loro punti di forza e su quali punti deboli lavorare sin dall'inizio. Xavi è una delle grandi speranze per il futuro ed è un piacere poter continuare con lui. Grazie a tutte le persone coinvolte e ai nostri partner per aver creduto in questo programma, vediamo cosa possiamo ottenere nel 2021”.

Queste le prime parole di Vierge dopo l’ufficialità del rinnovo: “Grazie mille alla squadra per aver creduto in me e avermi tenuto per un altro anno, sono così felice. Dal momento in cui sono entrato mi sono sentito così a mio agio con tutta la squadra e il mio team; questo è uno dei motivi per cui voglio continuare con loro. La Moto2 è una classe difficile e penso che stare con la stessa squadra, moto e team sarà fondamentale per noi. Quest'anno, anche se è stata una stagione strana, abbiamo fatto progressi ad ogni gara, avvicinandoci ai nostri obiettivi e se continueremo così il prossimo anno sarà fantastico. Abbiamo commesso degli errori ma impariamo da loro e miglioriamo per il futuro. Per ora, il nostro obiettivo rimane lo stesso: essere tra i primi cinque in ogni gara, lottare per il podio e le vittorie, e poi vediamo come possiamo finire questo campionato. Ovviamente il prossimo anno sarà lo stesso, ma vogliamo essere nelle prime posizioni ogni gara per lottare per il campionato”.

Moto3, Tatsuki Suzuki: “L’operazione è andata molto bene”