Il primo turno di prove livere della classe di mezzo si chiude con Sam Lowes in cima alla lista dei tempi. Dopo aver lasciato Schrotter in vetta per gran parte dellla sessione, Aron Canet prima, e Luca Marini, poi, si sono alternati al comando della classifica, ma la zampata decisiva è stata quella del britannico, che si è portato davanti a tutti girando in 1'44"122, un tempo già più basso della pole dello scorso anno.

Alle spalle della Kalex #22, con due decimi di ritardo tondi tondi, si è piazzato Luca Marini, che in questo fine settimana cercherà di aprire il gap in classifica con Enea Bastianini, secondo in campionato a 5 lunghezze, e 13° nelle FP1 di questa mattina.

Terzo tempo della sessione, invece, per Tetsuta Nagashima, che ha preceduto per soli 7 millesimi la Speed Up di Aron Canet, seguita a ruota dalla gemella del team HDR, guidata da Fabio Di Giannantonio, che completa la Top 5.

Sesto tempo per Marco Bezzecchi, che ha chiuso davanti al Jorge Martin, al rientro dopo lo stop imposto dalla positività al Covid-19, e ad Augusto Fernandes, marcato stretto dalla NTS di Bo Bendsneyder, nona a 5 millesimi.

Chiude la Top 10 Nicolò Bulega, che si è messo dietro Jake Dixon, Marcel Schrotter - che nel corso del turno ha testato un nuovo serbatoio in stile MotoGP -, Enea Bastianini e Hafizh Syahrin.

Ben lontani dalla Top 14 gli altri italiani Stefano Manzi (22°), Simone Corsi (24°) - incappato in una caduta senza conseguenze -, Lorenzo Dalla Porta (26°) e Lorenzo Baldassarri (28°), che tenteranno di scalare la classifica già nelle FP2 di questo pomeriggio.

La classifica


MotoGP Barcellona, FP1: Quartararo comanda ma Dovi è in gran forma